post

BASKET / PAVIMARO MOLFETTA, LA RESA A RUVO PER SALUTARE LA SUPERCOPPA DEL CENTENARIO

Nell’ultima giornata del Girone R di Supercoppa la Pavimaro Pallacanestro Molfetta viene sconfitta al Pala Poli dalla Talos Basket Ruvo con il punteggio di 71-77, al termine di una partita equilibrata e decisa solo nei minuti finali.

Coach Carolillo inizia la partita con Angelini, De Ninno, Gambarota, Bini e Visentin. Coach Patella risponde con Paulinus, Cantagalli, Markovic, Dincic e De Leone. L’avvio di partita è subito favorevole agli ospiti che con i canestri da fuori di Cantagalli e Markovic si portano in vantaggio 6-21. Molfetta ci prova con Bini, ma il primo quarto si chiude sul 11-25.

Nel secondo periodo i biancorossi aumentano l’intensità difensiva costringendo la formazione ruvese a soli due punti segnati e con l’apporto dalla panchina di Dell’Uomo, Calisi e  Tartaglia ritorna in partita, prima del canestro di Visentin sulla sirena che fissa il punteggio all’intervallo lungo sul 29-27. Nel terzo periodo la partita prosegue sul filo dell’equilibrio. Ai canestri di Visentin e Bini da una parte rispondono Markovic e Dincic dall’altra, con le due squadre che vanno all’ultimo mini riposo in perfetta parità sul 47-47.

Negli ultimi dieci minuti di gioco, Di Salvia e Cantagalli provano l’allungo per Ruvo (53-60). Poi il fallo tecnico a Bini e la successiva espulsione a Coach Carolillo permettono agli ospiti di portarsi sul 53-64. Ma la Pavimaro Molfetta non ci sta e con De Ninno e Gambarota torna fino al meno quattro sul 64-68, ma prima il canestro di De Leone. Poi la precisione di Cantagalli dalla lunetta chiude il match sul 71-77 finale. Si chiude la Supercoppa del Centenario per la Pavimaro Pallacanestro Molfetta, che ora tornerà a preparare l’esordio in campionato del 22 Novembre sul parquet di Catanzaro.

Il tabellino – Pavimaro Molfetta: Sasso, Caniglia, De Ninno 6, Tartaglia 5, Bini 7, Angelini 8, Dell’Uomo 11, Visentin 18, Calisi 2, Mezzina, Gambarota 14. Coach Carolillo, Assistant Coach Azzollini.
Talos Basket Ruvo: Markovic 22, Cantagalli 19, De Leone 10, Dincic 8, Kekovic 7, Di Salvia 6, Simon 5, Paulinus, Ochoa, Zghenti. Coach Patella.

fonte notizia e foto Ufficio Stampa Pallacanestro Molfetta

post

FOGGIA-BARI A MARCENARO DI GENOVA

Sarà Matteo Marcenaro della sezione di Genova a dirigere il derby dell’ottava giornata di serie C girone C tra Foggia e Bari, in programma domenica 1 novembre – ore 17.30 – allo Zaccheria.

Assistenti Niedda e D’Elia di Ozieri. Quarto uomo Federico Longo. Due i precedenti di Marcenaro col Bari nella scorsa stagione: l’1-3 contro la Viterbese e il 2-2 di Avellino.

post

HARAKIRI CATANIA. RAFFAELE: QUANDO SBAGLI, SQUADRE COME IL BARI NON PERDONANO

Su sponda catanese, mister Raffaele non nasconde la delusione: “Dobbiamo analizzare bene cosa è successo – le parole dell’allenatore siciliano – . Spero si tratti solo di un calo fisico e non mentale. Nell’ultimo periodo abbiamo avuto parecchio dispendio di energie. Vedi lo stop sull’1-1 di Tonucci. Ci siamo messi in difficoltà da soli, mandando il Bari in porta per due volte. Con queste squadre non te lo puoi permettere. Peccato, perché il primo tempo è stato ottimo, forse il migliore dall’inizio dell’anno”.

foto calcioternano.it

post

MINELLI: CHE FORZA DI CESARE. STO BENE E MI METTO A DISPOSIZIONE DI AUTERI

Titolare dal primo minuto, scelto da mister Auteri per rimpiazzare lo squalificato Sabbione. Alessandro Minelli si disimpegna con sicurezza nel pacchetto arretrato dei biancorossi, al cospetto di un Catania che esce lentamente di scena. Alla fine, la sua resta una prestazione positiva.

L’ex Under 23 della Juventus rientra tra le piacevoli sorprese dell’avvio di campionato dei biancorossi: “Sul piano fisico sto bene – dice al termine del 4-1 sui siciliani – ed era da tanto che non giocavo una partita intera. Spero di farne molte altre. Mi metto a disposizione del mister, per farmi trovare sempre pronto. Il gol del pareggio di Di Cesare sul finire del primo tempo è stato molto importante, ci ha dato quella spinta necessaria per iniziare la ripresa con un piglio diverso. Valerio ha fatto una grande giocata. Ci ha dato grande fiducia“.

post

DI CESARE TRASCINATORE: SIAMO CRESCIUTI NEL SECONDO TEMPO. VOGLIO PORTARE IL BARI IN B

Quel gol alla fine del primo tempo – il secondo personale in questa stagione – porta Valerio Di Cesare sugli altari della partita stravinta contro il Catania. Una rete travestito da attaccante, al termine di un’azione caparbia. Da vero capitano: “E’ stata una partita difficile – riconosce Di Cesare ai microfoni di Radio Bari – perché di fronte c’era una squadra forte. Dopo lo svantaggio il Catania si è chiuso. Per fortuna mi sono inventato questo gol che ha dato una marcia diversa alla partita. Siamo stati bravi ad alzare il baricentro. Vincere 4-1 col Catania è un grosso risultato, per niente semplice come qualcuno può pensare”.

“Nell’intervallo – aggiunge il capitano del Bari – non c’è stata nessuna strigliata del mister. Sapevamo che non stavamo giocando bene. Il Catania ci ha messo in difficoltà e molte altre squadre lo faranno nel corso della stagione. Nel secondo tempo è cambiato l’atteggiamento. Auteri ci chiede un gioco offensivo, di prendere alti l’avversario. Nel secondo tempo ci è riuscito meglio. Stiamo migliorando e molti giocatori non sono ancora al cento per cento. Sono fiducioso. Sfida aperta con Celiento per la classifica dei marcatori? Non mi interessa chi segna. Voglio solo vincere e andare via da questa categoria. Bari merita di giocare in serie B. L’anno scorso abbiamo sfiorato l’obiettivo. Speriamo di riuscirci quest’anno“.

fonte foto Ssc Bari

post

LEGA PRO GIRONE C / IL 4-1 DEL BARI SUL CATANIA CHIUDE LA SETTIMA GIORNATA. PUGLIESI SECONDI A MENO UNO DALLA TERNANA

Questo il quadro completo della settima giornata del girone C di Lega Pro.

RISULTATI (settima giornata): V. Francavilla-Potenza 2-1; Cavese-Monopoli 0-1; Avellino-Casertana 3-1; Ternana-Foggia 2-0; Teramo-Juve Stabia 1-0; Turris-Paganese 0-3; Vibonese-Viterbese 2-2; Bari-Catania 4-1; Catanzaro-Palermo (4 nov.).

CLASSIFICA: Ternana 15; Bari, Teramo 14; Avellino 13; Turris, Juve Stabia 10; Vibonese 9; Catanzaro, Monopoli 8; Bisceglie 7; Catania (-4), Paganese, Viterbese 6; Virtus Francavilla, Potenza 5; Casertana, Foggia 3; Cavese, Palermo 1.

post

AUTERI: VITTORIA LEGITTIMA. VOGLIAMO VINCERE, NON CI NASCONDIAMO

Credo sia una vittoria legittima, nonostante una partenza non facile”, le parole a caldo di Gaetano Auteri dopo il larghissimo successo sul Catania. “Dopo l’autogol iniziale di Ciofani – continua l’allenatore biancorosso – siamo riusciti a riemergere, facendo nostra una gara controllata e gestita al meglio sino alla fine. Sono contento di come sia andata, anche se il campionato è appena cominciato e ci sono molte squadre agguerrite. Molte di queste si defilano, mentre noi non ci nascondiamo. Abbiamo voglia di giocarci le partite settimana dopo settimana con grande rispetto verso tutti e con grande voglia”.

Auteri guarda oltre il risultato: “Abbiamo disputato una buona gara, non era facile. Si era messa in salita. Anche per via di un avversario scorbutico, chiuso e pronto a perdere tempo. Siamo stati bravi. Un merito a Di Cesare, ha fatto una grande partita. E’ il nostro capitano ed è da esempio per gli altri”.  “Non abbiamo avuto un buon impatto con la partita, anche per un Catania molto chiuso che cercava di ripartire sfruttando i nostri errori. Ne abbiamo commessi parecchi nel fraseggio e nella costruzione del gioco. Poi siamo cresciuti, creando e alzando il baricentro. Nell’economia della gara, il Catania ha costruito poco. Ma ne siamo venuti a capo. Il gol di Di Cesare ci ha dato più ardore“.

Il mister resta coi piedi per terra: “E’ troppo presto per guardare oltre. Il girone è agguerrito e molti attribuiscono al Bari chissà quali cose. Noi andiamo avanti per la nostra strada, desiderosi di confrontarci giornata dopo giornata”.

fonte foto Ssc Bari

post

BARI, POKER AL CATANIA: DALL’AUTOGOL DI CIOFANI ALLA RIMONTA. A SEGNO DI CESARE, MONTALTO E CITRO

Bari-Catania 4-1

BARI (3-4-3): Frattali, Celiento, Minelli, Di Cesare; Ciofani, Maita, Lollo, D’Orazio (23′ st Semenzato); Marras (23′ st Citro), Antenucci (36′ st Hamlili), D’Ursi (1′ st Montalto) (23′ st Candellone). A disp.: Liso, Marfella, Perrotta, Corsinelli. All. Auteri.

CATANIA (3-4-3): Martinez, Dos Santos, Silvestri, Tonucci (6′ st Albertini), Emmausso (26′ st Pecorino), Gatto (26′ st Welbeck), Maldonado. Rosalia (35′ st Piovanello), Izco (26′ st Biondi), Calapai, Pinto. A disp. Della Valle, Confente, Vicente, Manneh, Pellegrini, Zanchi. All. Raffaele.

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona.

RETI: 10′ pt Ciofani (aut.); 40′ pt Di Cesare; 5′ st Dos Santos (aut.); 18′ st Montalto; 38′ st Citro.

NOTE: 2′ rec. pt; 4′ rec. st.
BARI – Poker servito e Catania ko. Prima vittoria al San Nicola in campionato per il Bari di Auteri che si aggiudica il posticipo della settima giornata sugli etnei di Raffaele. Tre punti che valgono il quarto successo stagionale ed il secondo posto in classifica, a quota 14 insieme al Teramo e a meno uno dalla momentanea capolista Ternana (ha una gara in più).

Squadre con schieramenti a specchio. Entrambe con la difesa a tre. Celiento, Di Cesare e la novità Minelli al posto dello squalificato Sabbione, nel Bari. Silvestri, Clayton e Tonucci, per gli etnei. E altrettanti attaccanti. Gatto, Emmausso e Maldonado nei siciliani. D’Ursi, Antenucci ed il rientrante Marras per i pugliesi.
Gioco spezzettato nei primi frangenti, con un Catania piuttosto spregiudicato. Una distrazione difensiva del Bari consente alla squadra di Raffaele di passare: autorete di Ciofani al 10′, una papera colossale che costa lo svantaggio dei biancorossi ed una gara subito in salita. Bari che pecca di manovra lenta e macchinosa, oltre a tanti errori nei fraseggi.
La gara stenta a decollare sul piano della brillantezza. Sino ad una ghiotta occasione al 23′, con un inserimento aereo di Lollo che impatta su Calapai ma trova il colpo parato da un Martinez prodigioso. Il Catania replica e sfiora il raddoppio al 26′ con una torsione di Emmanusso finalizzata di poco al lato. Partita che il Bari riaddrizza al 40′ da un’iniziativa individuale di Di Cesare: il capitano si beve tre avversari e azzecca un destro a giro che batte il portiere e pareggia i conti prima di andare al riposo.

La ripresa del Bari si inaugura con l’inserimento di Montalto al posto di D’Ursi. Cambia l’atteggiamento e dopo appena 5′, da un inserimento di Antenucci ed un traversone di Marras nasce il 2-1 firmato dal secondo autogol di serata (nella stessa porta e nello stesso punto del precedente di Ciofani) del catanese – nonché ex Bari – Dos Santos. Il Catania è stanco. E il Bari è un’altra squadra. Al 18′ Montalto segna il 3-1 di serata ed il suo primo gol in biancorosso rifinendo solo soletto un cross di Antenucci propiziato da una ripartenza di Marras. Neanche il tempo di gioire e Montalto è costretto ad uscire al 23′ per una contrattura muscolare. Lo rileva Candellone, mentre Auteri sostituisce nello stesso momento anche Marras e D’Orazio per Citro e Semenzato. Auteri dispone ancora di un cambio e a dieci minuti dal termine getta nella mischia anche il redivivo Hamlili al posto di Antenucci. Cambio porta fortuna perché dopo un minuto Citro si procura un rigore (fallo di Calapai) che trasforma al 38′ in doppia battuta su iniziale respinta di Martinez.

foto Ssc Bari

 

 

post

BARI-CATANIA, LA FORMAZIONE DEI BIANCOROSSI: MINELLI IN DIFESA, LOLLO IN MEDIANA, MARRAS-D’URSI-ANTENUCCI DAVANTI

Questo il Bari che tra meno di un’ora affronterà il Catania al San Nicola per il posticipo serale della settima giornata del campionato di serie C girone C:

Frattali, Celiento, Minelli, Di Cesare; Ciofani, Maita, Lollo, D’Orazio; Marras, Antenucci, D’Ursi.

A disp.: Liso, Marfella, Perrotta, Hamlili, Corsinelli, Candellone, Citro, Semenzato, Montalto

FOTO cronacaoggiquotidiano.it

post

BARI PRIMAVERA / SOSPESE ATTIVITA’ PER POSITIVITA’ AL COVID

Riportiamo quando pubblicato pochi minuti fa dalla società biancorossa in merito al riscontro di casi positivi al Covid 19 nel gruppo della Primavera. Questo il comunicato ufficiale:

SSC Bari comunica che, a seguito delle riscontrate positività al COVID19 tra atleti e staff della squadra Primavera (tutti asintomatici), la Società ha prontamente avvisato le competenti autorità sanitarie e disposto la sospensione relativa alle attività del gruppo, mettendo in atto tutte le procedure previste dalla normativa vigente (isolamento domiciliare, contact tracing, nuova serie di test e tamponi)“.

fonte notizia e foto Ssc Bari