post

BARI CORSARO A PICERNO: SIMERI ENTRA, SEGNA E REGALA LA SECONDA VITTORIA STAGIONALE AI BIANCOROSSI

Picerno-Bari 0-1

AZ PICERNO (4-3-3): Albertazzi, Vanacore, Ferrani, Pitarresi, Allegretto, Vivacqua (26′ st D’Angelo), Esposito (35′ st Coratella), Dettori, Guerra, Terranova Pietro, Carrà (13′ st De Cristofaro). A disp.: Viscovo, Alcides Dias, Gerardi, Garcia Rodriguez, Stasi, De Franco, De Ciancio, Viviani, Setola. All. A. Palo.

BARI (4-3-1-2): Frattali, Belli (45′ st Pucino), Di Cesare (c), Terranova, Mazzotta (27′ pt Ricci), Maita, Bianco, D’Errico (21′ st Mallamo), Botta (21′ st Simeri), Marras, Cheddira (45′ st Celiento). A disp.: Polverino, Plitko, Gigliotti, Lollo, Di Gennaro, Scavone, Paponi. All. M. Mignani.

ARBITRO: Kumara di Verona.

MARCATORI: 22′ st Simeri.

NOTE: Spettatori un migliaio circa, di cui 204 baresi. Rec. 2′ pt. e 4′ st.

POTENZA – Un Bari praticamente perfetto batte di misura il Picerno e invia il secondo segnale forte al girone C dando seguito alla vittoria di domenica scorsa sul Monterosi. Match deciso nella ripresa da Simone Simeri che segna il suo secondo gol stagionale, regala al Bari il primo acuto esterno dell’anno portandolo a quota 7 in classifica. Innumerevoli i dati di fatto positivi per mister Mignani che -oltre al successo (legittimato da due pali di Marras e Botta e tantissime occasioni create) – mette in cascina gli esordi molto incoraggianti di Ricci e Mallamo.

La prima, ed unica, novità nella formazione titolare è la presenza in attacco di Marras al posto dell’indisponibile Antenucci e accanto a Cheddira per comporre un trittico molto effervescente con l’argentino Botta. Per il resto, undici titolare annunciato senza sorprese rispetto alla partita vinta nell’ultima giornata contro il Monterosi. Nel 4-3-1-2 biancorosso, davanti a Frattali Belli, Di Cesare, Terranova e Mazzotta. In mediana, insieme a Bianco, Maita e D’Errico le mezz’ali. Nel Potenza assenti Reginaldo e l’ex barese Albadoro. Presenti, invece, gli altri ex biancorossi Allegretto, Stasi e Coratella.

Si gioca sul sintetico del Viviani a Potenza. Bari in completa divisa bianca. Padroni di casa in maglia rossoblù con calzoncini e calzettoni blu bordati di rosso. Ritmi alti sin dall’inizio. Botta e Marras lavorano un buon pallone a destra per Cheddira con conclusione ribattuta. Per il Picerno, Guerra affonda a sinistra: cross basso allontanato da Di Cesare. Solo situazioni di gioco, ma nessuna vera occasione da rete. Il primo squillo suona 15′ dagli sviluppi di una punizione dai trenta metri. E’ una conclusione col destro di Belli respinta in angolo da Albertazzi. Il Bari aumenta la pressione e poco dopo ci prova D’Errico con un tiro centrale murato da Dettori.

E’ un Bari pericoloso quando accelera con Botta, Marras e Cheddira autentiche spine nel fianco della difesa lucana. Bari che va vicinissimo al gol al 26′ quando D’Errico converge da sinistra e scaglia un destro radente deviato in corner da Albertazzi con la punta delle dita. Nel frattempo, Mazzotta abbandona la contesa per un problema muscolare alla coscia destra e cede il posto a Ricci che fa il suo esordio con la maglia pugliese (27′). Gli ospiti ci credono e Bianco tenta un’imbucata per l’accorrente Marras. Azione di pregio sventata ancora in angolo da Guerra (40′). I padroni di casa rispondono con una velenosa percussione sulla sinistra di Vanacore (43′) che sciupa tutto calciando alto. Si chiude qui il primo tempo con Frattali praticamente inoperoso.

La ripresa inizia con una rapida sgroppata sulla corsia mancina di Ricci: traversone basso per Maita, l’inserimento è buono ma come al solito la palla è deviata in corner da un difensore del Picerno (9′). Ospiti che meriterebbero il vantaggio, come dimostra il palo esterno scheggiato da Manuel Marras dopo un’azione velocissima di Cheddira (12′). Bari sfortunatissimo perché colpisce l’ennesimo legno incocciato da Botta ad Albertazzi battuto (15′). Portiere di casa che si oppone in maniera decisiva ad un sinistro di Botta destinato nel sacco (16′). Il Bari aumenta i giri del motore di fronte ad un Picerno completamente irretito. Mignani aumenta il peso del reparto offensivo inserendo Simeri per Botta e Mallamo per D’Errico. Due cambi azzeccati col Bari avanti proprio grazie ai neoentrati alla loro prima palla giocata. Mallamo punta ed elude Vanacore pennellando un assist perfetto per l’inzuccata vincente di Simeri all’altezza dell’area piccola e con palla infilata nell’angolo basso. Il Picerno abbozza una reazione (al 34′ D’Angelo dalla distanza, pallone di poco alto sulla traversa), ma il Bari non corre rischi. Negli ultimi minuti, Mignani si protegge gettando nella mischia Pucino e Celiento per Belli e Cheddira. Il tempo necessario per stringere i denti, arrivare alla fine e brindare alla vittoria insieme ai 200 tifosi arrivati dal capoluogo pugliese. Domenica prossima, alle ore 14.30, seconda trasferta consecutiva in programma contro il Catania sconfitto oggi per 1-0 in casa della Paganese.

Rispondi