MIGNANI SI ACCONTENTA: TENGO STRETTO QUESTO PUNTO

Michele Mignani a fine gara davanti ai microfoni della radio ufficiale: “L’abbiamo messo anche per darci una mano – dice riferendosi ad Akpa Chukwu – . Un ragazzo che per fisicità può stare coi grandi. Siamo stati fortunati, ma lui è stato bravo perché si è fatto trovare pronto al punto e al momento giusto. In B non puoi pensare di non soffrire. Loro erano più brillanti di noi e ci sovrastavano fisicamente. Poi siamo cresciuti, mettendo il Pisa nelle condizioni di difendere. I cambi ci hanno dato qualcosa. Si è trovato il pari quando eravamo più freschi del Pisa. Non si è rubato nulla. Non puoi essere al cento per cento dopo cinque giornate. Aspettiamo Diaw e i nuovi che ci daranno qualcosa. Devono crescere fisicamente e tecnicamente”.

“Mi aspettavo qualcosa in più – ammette onestamente Mignani – ma alla fine siamo arrivati meglio di noi. Achik ha rotto il ghiaccio, voglio che sia meno timido. E’ con noi e non conta la categoria. Mi tengo stretto questo punto, pensando a vincere la prossima col Catanzaro. Acampora? E’ cresciuto con il trascorrere dei minuti, stava bene e l’ho tenuto fino a che ne ha avuto”.

“E’ evidente che la condizione fisica si sia abbassata notevolmente nel corso della partita – le parole del tecnico pisano, Aquilani – . La squadra nel secondo tempo non aggrediva più. Il Bari ha creato poco e abbiamo preso un gol evitabile. Il Bari è una squadra solida, ha buona giocatori, ma gli abbiamo dato dei vantaggi”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.