post

BARI, DAL 28 SETTEMBRE TORNA LO SPORT AL PALACARBONARA

  • Riportiamo con piacere la bella notizia apparsa sul profilo facebook del Palacarbonara: “Dopo mesi di forzato blocco di tutte le attività sportive – si legge in una nota – riprendiamo lunedì 28 settembre i corsi presso il Palazzetto dello Sport di Carbonara. Molti nuovi corsi di fitness vi attendono, sia di mattina che di pomeriggio. Ma anche di ballo. Non perdete l’occasione di rimettere il corpo in movimento!!! Altra novità molto gradita che abbiamo potuto riscontrare è il corso di kick boxing. Di certo la pallavolo la fa da padrona insieme al corso di attività motoria, denominato C.A.S., che svolgiamo sotto l’egida del Coni”.
    IL PALAZZETTO – Situato di fronte l’ospedale Di Venere, il Palacarbonara è dotato di un campo principale destinato alla pratica della pallavolo, ma in cui si effettuano gare per altre discipline sportive. In due spazi posti a nord e a sud dell’impianto ci sono due piccole palestre: la prima è dotata di un tatami regolamentare per corsi di Judo, karate, aikidò, kick boxing e ginnastica ritmica. La seconda è attrezzata per corsi di fitness di functional, total body, just ki dance, step coreografico, pilates, yoga, walking, danza adulti e baby, balli caraibici e balli di gruppo.
post

BARI, AL REDENTORE E A SAN SABINO IL BASKET SI GIOCA SUI NUOVI CAMPI GREEN

Bari spalanca gli spazi urbani ai nuovi campi da basket del futuro in gomma riciclata. E’ di queste ore l’inaugurazione di due nuovi campi da basket “green” realizzati con la gomma riciclata dei PFU-Pneumatici Fuori Uso: si potrà così giocare dando una mano all’ambiente. L’intervento è promosso da Ecopneus, la società consortile senza scopo di lucro principale operatore della gestione dei PFU in Italia.

La città di Bari conferma la propria passione per la pallacanestro, dopo aver ospitato – esattamente un anno fa – la Supercoppa 2019 che diede il via alla stagione 2019-20. Un legame che trova conferma anche con l’inaugurazione che ha visto il taglio del nastro di due campi da basket dove sport e ambiente si incontrano, nell’Istituto Salesiano Ss.Mo Redentore e nella Parrocchia di San Sabino.

All’inaugurazione sono intervenuti l’Assessore all’Ambiente e allo Sport del Comune di Bari Pietro Petruzzelli, il Direttore Generale di Ecopneus Giovanni Corbetta, Giorgio Pisano Responsabile Sviluppo Mercati di Ecopneus, il Presidente Regionale FIP-Federazione Italiana Pallacanestro Francesco Damiani, Stefania Scaramuzzi consigliere FIP Puglia, Margaret Gonnella già Presidente FIP Puglia, l’ex capitano della nazionale di basket Giacomo Galanda e alcuni fra i migliori giocatori del ranking del basket 3×3 pugliese.

La particolarità dei due playground è di essere stati realizzati grazie ad oltre 2.000 kg ciascuno di gomma riciclata dai Pneumatici Fuori Uso, un materiale versatile e dalle eccezionali prestazioni che consente di ottenere superfici sportive di altissimo livello e ambientalmente sostenibili. Un’innovazione tecnologica promossa e supportata da Ecopneus per favorire un sempre maggiore impiego della gomma riciclata in quegli impieghi ad alto valore aggiunto – come appunto i campi da basket – dove il suo utilizzo consente di migliorare le performance rispetto alle soluzioni convenzionali e salvaguardare la salute degli atleti, contribuendo inoltre all’economia circolare in Italia.

Questo intervento – dice Petruzzelli – è la prova concreta del valore dell’economia circolare: i due nuovi campi da basket declinano al meglio i principi della sostenibilità ambientale e dello sport in chiave sociale. Sapere che dal recupero degli Pneumatici Fuori Uso possano nascere superfici sportive di straordinaria qualità come quelle che da oggi ospitano le parrocchie di San Sabino e del Redentore, due punti di riferimento importanti per i ragazzi della città, è un fatto che ci fa ben sperare per il futuro’’.

Ci auguriamo che i campi inaugurati quest’oggi siano solo i primi di molti altri che vorremmo nascessero a Bari così come in molte altre città italiane” ha dichiarato Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus. “Oltre ad essere luoghi di aggregazione belli e funzionali, aiutano a trasmettere anche un messaggio positivo, specialmente per le nuove generazioni: il riciclo dei materiali è essenziale per una crescita economica sostenibile e per il bene dell’intera collettività. Anche lo sport, oggi e nel futuro, può infatti essere ambientalmente sostenibile”.

“Ogni nuovo spazio dedicato al basket è motivo di grande soddisfazione, per il movimento regionale” ha dichiarato il Presidente Regionale FIP Francesco Damiani. “In questo caso la soddisfazione è doppia, perché si tratta di campi all’aperto e in contesti che necessitano di spazi aggregativi per la comunità. È una cornice davvero ideale per una disciplina emergente come il 3×3 su cui la Federazione sta investendo risorse ed impegno. Il nostro auspicio è potervi presto organizzare qualcosa di importante”.

Nelle superfici sportive in gomma riciclata Tyrefield per il basket, la gomma viene utilizzata per realizzare il tappetino di base sotto il campo da gioco. Le miscele utilizzate sono progettate per ottenere sia un adeguato assorbimento degli urti che una ottimizzazione del ritorno dell’energia elastica, che conferisce una perfetta risposta alle esigenze biomeccaniche dell’atleta, una riduzione dell’affaticamento muscolare, l’attenuazione dei microtraumi e un miglioramento complessivo della prestazione sportiva.

Il basket è una delle discipline su cui si sta concentrando l’impegno di Ecopneus, con particolare attenzione anche alla declinazione di “strada” ossia il basket 3×3 nato negli anni ’60 negli USA e che l’anno prossimo farà il suo debutto alle Olimpiadi di Tokyo 2021.

Per individuare la migliore superficie possibile per il basket, Ecopneus si è affidata proprio a Giacomo “Gek” Galanda, icona della pallacanestro italiana. Grazie alla sua esperienza ai più alti livelli, e alla collaborazione di altri professionisti come l’esperto internazionale di postura, ergonomia e biomeccanica il Prof. Mauro Testa e alcune aziende specializzate in pavimentazioni in gomma riciclata, è stato possibile individuare, realizzare e infine testare diverse superfici in gomma riciclata, fino a trovare la composizione ideale. Queste pavimentazioni nascono quindi dalla perfetta combinazione di ricerca scientifica, sostenibilità ambientale e di innovazione applicata allo sport. L’obiettivo ambizioso di Ecopneus è quello di diffondere il più possibile un concetto tanto semplice quanto importante: la superficie su cui si gioca è fondamentale sia per la salute dell’atleta che per i risultati sportivi raggiungibili e i campi da gioco in gomma riciclata aiutano gli atleti a giocare meglio e più a lungo, attraverso una soluzione che oltretutto contribuisce anche all’affermazione di una società fondata sul riciclo.

fonte notizia e foto Fip

post

BARION FORZA NOVE: DA SABAUDIA INCETTA DI MEDAGLIE PER IL CANOTTAGGIO

Prova del nove superata per il Canottieri Barion, al Meeting Nazionale Allievi & Cadetti di canottaggio. Nove quante le medaglie ottenute dal circolo barese di molo San Nicola nella competizione svoltasi a Sabaudia lo scorso fine settimana. Il gruppo torna a casa con quattro ori, altrettanti argenti ed un bronzo. Un bottino notevole, se si pensa che tutti i giovanissimi atleti in gara sono saliti per almeno una volta sul podio, facendo bene davanti ad una concorrenza qualificata: 373 i partecipanti, in rappresentanza di 34 società.

Due primi posti a testa per Pasquale Tamborrino, 13 anni, e Sofia Caliandro, 14. Tamborrino ha vinto nel singolo 7.20  e nel doppio Allievi C assieme a Leonardo Bellomo, pure lui 13enne. Per la Caliandro, oro nel singolo cadette ed oro nel quattro di coppia misto con le coetanee Alessandra Quaranta e Chiara Tamborrino. Poi gli argenti: tre nel singolo, conquistati da Antonio Schirone fra gli Allievi, oltre che da Bellomo e Quaranta nelle rispettive categorie. Per Schirone un secondo posto anche nel doppio Allievi C (13 anni), assieme a Claudio Straziota, che ha portato a casa, nel singolo, l’unico bronzo del medagliere. Uno solo il podio mancato, per un soffio, tant’è che la Tamborrino, nella sua gara di singolo Cadette, si è piazzata in quarta posizione.

Prima verifica nazionale e prime soddisfazioni – osserva la responsabile di sezione Maria Cristina Rizzo – . I ragazzi hanno risposto molto bene, facendo valere la lunga preparazione, mai interrotta neppure nei mesi di isolamento domestico. Lo ripetiamo spesso: le medaglie si vincono in allenamento, in gara si ritirano soltanto. E poi si tratta di un gruppo con una marcia in più: il grande spirito di squadra”. Ad accompagnare i canottieri del Barion nella trasferta a Sabaudia c’era l’allenatore Agostino Iurilli, assieme agli altri tecnici Giuseppe Amoruso e Jacopo Di Capua: “Tutti i ragazzi si sono dimostrati bravi e pronti – commenta Iurilli – . Non era facile dopo una sosta così lunga. I risultati ci sorridono. Ripartiamo con vigore”.

fonte notizia e foto CC Barion

post

CANOA, MARTON BARI AL VARO NUOVA DRAGON BOAT

Pubblichiamo l’invito degli amici della Marton Canoa Club Bari. Questa la comunicazione della società rappresentata – tra gli altri – da Marcello Angarano: “L’associazione Dragon Light Marton Bari ha il piacere di invitarvi al varo della nuova Dragon Boat, che si terrà il giorno 26 settembre alle ore 18 presso Mar di Levante Porto di Bari – Marisabella”.

FONTE NOTIZIA E FOTO MARTON CANOA CLUB BARI

post

PAVIMARO MOLFETTA DI CORSA VERSO LA B

Tempo si ripresa in casa Pavimaro Molfetta. Dopo oltre sei mesi di stop forzato – fa sapere la società del nordbarese – domani pomeriggio 16 settembre scatta il primo raduno stagionale. Pallacanestro Molfetta pronta quindi a ripartire in vista del prossimo campionato di B (debutto il 15 novembre al Pala Poli contro San’Antimo).

Unico riconfermato rispetto alla passata stagione – si legge nel comunicato ufficiale – è il playmaker Federico Angelini. In estate sono arrivati in biancorosso Gambarota, Bini, Visentin, De Ninno, Dell’Uomo, Calisi, Tartaglia. Aggregati alla prima squadra anche i giovanissimi del settore giovanile dei Molfetta Ballers Totagiancaspro, Mezzina, Kodra, Sasso e Caniglia. Si torna a lavorare agli ordini di Coach Carolillo, del suo staff tecnico e del preparatore atletico Domenico De Gennaro, per preparare al meglio i primi impegni stagionali previsti per il mese di ottobre con la Supercoppa del Centenario, prima dell’esordio nel campionato“.

Nei giorni scorsi tutti gli atleti e lo staff della Pavimaro Pallacanestro Molfetta si sono sottoposti al test sierologico che ha dato esito negativo. Almeno inizialmente, gli allenamenti si terranno a porte chiuse.

FONTE NOTIZIA E FOTO Pallacanestro Molfetta

post

DHARMHA, A CASAMASSIMA LA FORMA DEL BENESSERE

Accogliamo il contributo degli amici del Centro Sportivo Dharmha di Casamassima, tra i primi sostenitori del nostro nuovo periodico.

Studi e ricerche – dice il presidente Dharmha, Beppe Tatone – confermano sempre la stessa tesi: il segreto per vivere bene in serenità e raggiungere l’equilibrio psicofisico è svolgere attività fisica con costanza. Non è necessario diventare atleti o raggiungere la forma perfetta. Sono sufficienti anche 3 ore settimanali in cui tutti i muscoli, compreso il cuore, siano allenati. Questo migliora la tua autostima, il tuo benessere e riduci tensione e stress. E’ idea comune – aggiunge Tatone – che il nuoto, sport che si può praticare nella nostra struttura, rappresenti uno degli sport più completi in assoluto. Gli effetti benefici del nuoto sono innumerevoli, sia dal punto di vista del modellamento del corpo, che per quanto riguarda il potenziamento fisico e il benessere mentale. Consigliamo di praticare il nuoto a prescindere dallo stato di forma e dall’età“.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

post

BARION, LA CANOISTA CORSINI CAMPIONESSA ITALIANA SENIOR

Circolo Canottieri Barion sul tetto d’Italia agli Assoluti di canoa. Il responso arriva all’Idroscalo di Milano, dove, dopo i giorni dedicati ai campionati di velocità, assegnano anche i titoli tricolori di fondo. E proprio in quest’ultima specialità si è imposta la 16enne Teresa Corsini, laureatasi così campionessa nazionale. La vittoria è arrivata nella gara sui 5000 metri senior.

La canoista del circolo barese di molo San Nicola si è imposta nella canadese monoposto con il tempo di 34.369, ottenendo una affermazione di assoluto rilievo per il sodalizio del presidente Francesco Rossiello. Un successo costruito anche nei giorni precedenti, in cui la Corsini si è cimentata nelle gare di velocità, gareggiando nel C1 anche sulla corta distanza: al suo attivo, sui 200 metri, un quinto posto fra le under 23 ed un sesto fra le senior. Sui 500, invece, la canoista del Barion ha mancato il podio di un soffio, classificandosi quarta sia fra le under 23 che fra le senior.

In gara a Milano anche altri tre canoisti, con buoni riscontri: nel K1 Mattia Santeramo, 15 anni, ottiene un doppio settimo posto, sia sui 200 che sui 500 metri. Finali sfiorate, invece, per i 18enni Giacomo Mongelli e Lorenzo Moretti, nel K2 junior: al quinto piazzamento sui 500 metri, in semifinale, è seguito il quarto sui 200, a soli 40 centesimi dai terzi classificati e dalla qualificazione. Una prestazione che sarebbe loro valsa, nell’altra semifinale disputata, l’accesso alla finalissima.

In ogni caso, la sezione canoa del Circolo Canottieri Barion ha senz’altro ottimi motivi per gioire, stringendosi attorno alla neo campionessa italiana Corsini: “Un grande plauso ai miei atleti – commenta l’allenatore “scudettato” Dario Bianchini con i ragazzi a Milano – . Siamo partiti senza aspettative dopo i numerosi disagi legati all’emergenza epidemiologica, senza nessuna gara di preparazione ma con tanta voglia di confrontarci. Ebbene, il gruppo si è comportato alla grande: buone gare per tutti e una menzione doverosa per la nostra Teresa Corsini, bravissima a non mollare un colpo, arrivata stremata ma vittoriosa nella gara di fondo sui 5000 metri”.

nella foto del Barion, da sinistra Giacomo Mongelli, l’allenatore Dario Bianchini, Teresa Corsini, Lorenzo Moretti e Mattia Santeramo

post

RUGBY BARI E DELLA VITTORIA: ARRIVIAMO

Buone notizie dallo Stadio della Vittoria e dalle Tigri del Rugby Bari. Dal profilo facebook della società biancorossa si apprende dei lavori in corso per rendere la struttura di via di Maratona agibile, disponibile e sicura alla ripresa delle attività legate alla palla ovale barese.
Stiamo rendendo la nostra casa super sanificata, più bella e pulita che mai! Ci siamo quasi, non temete…la meta è davvero vicina…“.
Questo il messaggio delle Tigri agli amici del rugby barese.

post

PAVIMARO MOLFETTA, A BISCEGLIE L’ESORDIO IN SUPERCOPPA

I biancorossi molfettesi del basket esordiranno domenica 11 ottobre (ore 18) al PalaDolmen di Bisceglie: questo il debutto nella Supercoppa del Centenario che vedrà coinvolte tutte le squadre iscritte al prossimo campionato di serie B. Si parte l’11 ottobre per terminare con la final eight dal 6 al 8 Novembre. La Pavimaro Pallacanestro Molfetta è inserita nel gruppo R con Lions Bisceglie, Pallacanestro Nardò e Talos Basket Ruvo.

La formazione biancorossa affronterà le altre squadre in gare di sola andata. Passerà alla fase successiva solo la prima classificata che andrà ad affrontare – in uno spareggio – la vincente del gruppo Q composto da Salerno, Sant’Antimo, Pozzuoli e Avellino.

La squadra guidata da Coach Carolillo farà il suo esordio in gare ufficiali, domenica 11 ottobre alle ore 18 sul parquet del PalaDolmen di Bisceglie, prima di due impegni consecutivi casalinghi: lunedì 19 ottobre alle 20 contro la Pallacanestro Nardò e domenica 25 ottobre sempre alle 18 contro la Talos Basket Ruvo.

FONTE NOTIZIA E FOTO Ufficio Stampa Pallacanestro Molfetta

post

CITO: GIOCHI DEL MEDITERRANEO VETRINA ASSOLUTA PER LA PUGLIA

Il presidente nazionale FITA, Angelo Cito, torna sulle pagine di BariNrete per parlare della ripresa del taekwondo in tempo di pandemia da Covid 19.

Focus sulla Puglia, protagonista nell’organizzazione di eventi sportivi internazionali, non solo per il taekwondo. Proprio grazie alle capacità evidenziate, la Regione un anno fa ha brindato alla assegnazione dei Giochi del Mediterraneo di Taranto 2026: “Come già anticipato in una precedente intervista – dice il dirigente di origini salentine – sarà coinvolta tutta la Puglia e soprattutto le province di Brindisi, Lecce e Taranto. E Brindisi sarà il quartier generale del taekwondo. La Puglia ha dimostrato di avere tutta l’esperienza, la capacità, per organizzare eventi sportivi di altissimo livello. L’ultima occasione, per il taekwondo, è stato il campionato Europeo C4 (categorie olimpiche) a Bari, con quasi 50 nazioni presenti. Proprio lì Vito Dell’Aquila ha così blindato la qualificazione olimpica vincendo il titolo Europeo”.

Così Cito sugli effetti di una manifestazione del genere alla Puglia: “Dipenderà in gran parte da noi pugliesi. Si tratta di una grande vetrina, di un’occasione che ci viene data per dimostrare ancora una volta cosa sappiamo e vogliamo fare. Ci darà la possibilità di crescere.  Innanzitutto per Taranto. Il sindaco Melucci e il presidente della Regione Emiliano credono moltissimo in questi Giochi e anche se mancano ancora 6 anni all’appuntamento, c’è grande entusiasmo. Ora è importante lavorare sulle tappe di avvicinamento all’evento, creare un percorso che possa attirare più possibile interesse e attenzione. Un lavoro che dovranno fare le diverse federazioni coinvolte. Noi come taekwondo pianificheremo gare con tutte le nazioni nelle tre province, con l’obbiettivo di farci conoscere, sul piano organizzativo e per il turismo. Sarà fondamentale il grande coinvolgimento che creeremo con le associazioni affiliate alla FITA , con i loro tecnici e le strutture, per noi punto di riferimento. Vogliamo intensificare i rapporti con i Paesi del Mediterraneo attraverso progetti e scambi reciproci. Sono davvero convinto che abbiamo una grande occasione e che saremo in grado di non sprecarla”.

Fonte foto https://www.taekwondoitalia.it