post

CANOA / VERRASCINA: DUE BRONZO INTERNAZIONALI PER L’AZZURA DEL CUS

Bari e Francesca Verrascina in alto nelle due giornate di gara all’International Canoe Sprint and Paracanoe Event svoltesi sul lago di Santa Caterina ad Auronzo di Cadore.Dopo un quarto posto nelle gare dei 500 metri e 200 metri in C1, la canoista azzurra ha conquistato due medaglie di bronzo: la prima nella gara dei 500 metri e la seconda nei 200 metri C2 con la sua compagna di barca Miolo Elisa.Un risultato di grande prestigio se si pensa che Francesca, in tutte le gare, ha gareggiato nella categoria Junior superiore alla sua.Fonte notizia e foto Cus Bari

post

CANOA / BARION, CHIUSURA COL BOTTO AD AURONZO DI CADORE

Auronzo di Cadore fruttuosa per la sezione canoa del Circolo Canottieri Barion. Nell’ultima giornata di gare dedicate alla velocità, Alessandra Centrone strappa ben due medaglie di oro sia nel k4 duecento metri Junior che nel k2 duecento metri tutto di azzurro.

Nel k1 Senior duecento metri, il promettente Lorenzo Moretti si posiziona sesto alla semifinale sfiorando la finale B per meno di mezzo secondo. Identica posizione per il k2 Senior ducento metri targato Moretti-Mongelli. Anche per loro, piazzamento in semifinale. Cerchio chiuso da Teresa Corsini per l’ennesimo sesto posto, ma in un podio di marca internazionale, sulla finale canadese C1 duecento metri femminile.

Notizia e foto Circolo Canottieri Barion

post

CANOTTAGGIO / AL BARION LA COPPA FILIPPO MONDELLI

Un primato nazionale e applausi meritati per la truppa dei canottieri baresi del Circolo Canottieri Barion che, al Festival dei Giovani 3021 a Varese, conquista la prima edizione della Coppa “Filippo Mondelli”.

Il trofeo, alla memoria del campione azzurro prematuramente scomparso lo scorso aprile all’età di 26 anni, è stato assegnato al circolo barese, primo nella speciale graduatoria, stabilita in base ad un coefficiente risultante dal rapporto tra numero di atleti partecipanti e podi conquistati Sono infatti 31 le medaglie (4 di oro di Leonardo Bellomo) per 14 atleti, a coronamento di una stagione super della squadra giovanile di canottaggio sul tetto d’Italia.

Foto e notizia Cc Barion

post

CANOA / CENTRONE, E’ ORO BARESE DELL’ITALIA AGLI INTERNAZIONALI DI AURONZO DI CADORE

Il primo oro dell’Italia all’International Canoe Sprint – meeting di velocità in programma al lago Santa Caterina di Auronzo di Cadore fino a domani 4 luglio porta la firma della canoista barese Alessandra Centrone (nella foto accompagnata dal suo allenatore Dario Bianchini).

Nella prima giornata delle gare internazionali di Auronzo di Cadore (c’è anche la cussina Francesca Verrascina), la campionessa del Circolo Canottieri Barion conquista l’oro nel K4 1000m junior femminile.

post

CANOTTAGGIO / BARION, ESORDIO BOOM AL FESTIVAL DEI GIOVANI

Battesimo scoppiettante per i giovani canottieri baresi del Barion e del Cus Bari impegnati in queste ore a Varese per il Festival dei Giovani 2021. Dirompente l’esordio dei portacolori biancazzurri che nella prima giornata di gare mettono in cascina gli oro di Pasquale Tamborrino, Leonardo Bellomo e Carlo Barbone. Medaglie di argento per Stefano Stramaglia, Francesco Scaramuzzi, Giulia Bovio, Gabriella Biscardi, Claudio Straziota e del 4x regionale. Bronzo per Nicola Circella, Antonio Schirone e Alessandro Campobasso.
Da registrare pure la buona la prestazione di Federica Schirone fra le più grandi. Per un piccolo incidente in barca, non riesce a chiudere in prima posizione. Ok gli esordi nazionali di Andrea Altomare e Andrea Montenero, entrambi vicinissimi al podio, e il primo test dell’equipaggio B della rappresentativa regionale. Oggi nuovo giro gare. Barinrete seguirà e vi terrà aggiornati sugli esiti di tutti i canoisti baresi.

post

CANOA / AL CUS BARI PARTONO I CORSI DELL’ESTATE 2021

Con una nota sul proprio sito internet ufficiale, il Cus Bari informa che sono attivi i corsi di canoa estate 2021. “L’ideale – si legge tra le news – per tutti coloro che amano il contatto con il mare e godere delle sue emozioni, per chi ama mettersi in gioco e vuole entrare a far parte della squadra agonistica del Cus Bari o per chi semplicemente vuole iniziare a utilizzare la canoa in modo autonomo e sicuro”.

La sezione canoa rientra tra le discipline del centro universitario sportivo di Bari nei primi anni ´70. Da quel momento, arrivano importanti successi a livello nazionale e diversi atleti indossano la maglia della nazionale (Capurso, Carofiglio, Milazzo, Sabato e Quintavalle e l’olimpionico Cannone).

“Base logistica della sezione – tra le info ufficiali – è la nuova palazzina del Cus Bari dove sono disponibili: un rimessaggio delle imbarcazioni per le specialità di olimpica e polo; una vasca di voga per le specialità kajak e canadese con la possibilità di simulare il moto di avanzamento dell´imbarcazione mediante circolazione dell´acqua contenuta in vasca; una palestra corredata di macchine per gli esercizi, varie serie di pesi, pagaiaergometri per simulare la pagaiata in kajak e canadese e curare la tecnica; spogliatoi maschili e femminili e locali per le docce. Talvolta per le sedute di allenamento si usano anche la pista di atletica e la piscina coperta olimpionica (50 m). Le uscite in barca, seguite da allenatori ed istruttori a bordo di gommoni a motore, si svolgono all’interno dell´area portuale”. Nell’organigramma, il caposezione Domenico Triggiani ed il responsabile tecnico Antonio Romano.

Notizia e foto Cus Bari

post

NAZIONALI / CENTRONE DEL BARION E VERRASCINA DEL CUS, LE AZZURRE BARESI DELLA CANOA

La canoa olimpica di Alessandra Centrone e la canadese di Francesca Verrascina. Due barche baresi per sognare all’International Canoe Sprint – meeting di velocità in programma al lago Santa Caterina di Auronzo di Cadore dall’1 al 4 luglio prossimi.  Il Circolo Canottieri Barion ed il Cus Bari presentano i loro fiori all’occhiello: due giovanissime sulla rampa di lancio della canoa italiana.

QUI BARION – “Correva l’ anno 2015 quando frequentai un campo estivo presso il Cus Bari – ricorda Alessandra Centrone dal ritiro di Castel Gandolfo – . Lì, tra le varie attività c’era la canoa. Fu amore a prima vista, e peccato che il tutto durò appena due mesi. Dovetti abbandonare a causa dell’ inizio della scuola. Ma nel 2017 grazie a mio cugino Cosimo, anche lui canoista, mi sono iscritta al Barion e da quel momento in poi è nato il vero amore per la canoa. I miei ex allenatori ci videro lungo e appoggiavano la mia passione per la canoa. Invece mio cugino di 12 anni pratica canadese sempre nel circolo canottieri Barion. Buon sangue non mente”.
“Io e la mia famiglia – continua – condividiamo da sempre la passione per il mare ma i miei genitori non sono canoisti. Sono i miei primi sostenitori e sponsor”. La svolta, due anni fa: “Dal 2019 il mio allenatore è Dario Bianchini, con lui ho un rapporto quasi fraterno e trascorriamo insieme gran parte della giornata nella mia seconda casa, il Barion. Con Dario condivido gioie e dolori di questo sport”. Senza dimenticare i doveri scolastici e senza mettere da parte i sogni: “A settembre frequenterò il terzi anno all’ istituto scientifico sportivo Di Cagno Abbrescia. Con un bel po’ di impegno anche quest’ anno suono riuscita a portare a casa ottimi voti. Per quanto riguarda la convocazione in nazionale, sono straordinariamente felice. Solo chi mi conosce veramente sa quanto ho sudato per questa convocazione. Per me si tratta di un piccolo traguardo che mi ero prefissata già da tempo. Sono determinata e non mi tiro mai in dietro, sacrifico il mio tempo libero per lo sport e la scuola. So che tutto ciò richiede molte energie ma io sono determinata nel mio obbiettivo. Il mio sogno sono le Olimpiadi e spero che tutto ciò che mi sta accadendo in questo periodo sia solo l’ inizio per incoronarlo”.

QUI CUS – “La convocazione in nazionale di Francesca è una notizia meravigliosa, ci riempie d’orgoglio. Non accadeva da tempo che un’atleta del Cus fosse convocata per un evento internazionale”, il commento degli universitari sul proprio profilo social. Verrascina gareggerà con la friulana Elisa Miolo da venerdì 2 luglio.

Di poche parole, la canoista barese ha già le idee chiare: ”

“Quando mi hanno informata della convocazione in Nazionale – aggiunge commossa Verrascina sulle pagine odierne de La Gazzetta del Mezzogiorno – ho provato tantissima gioia. Indossare la maglia azzurra era il mio sogno sin da piccola. Aver raggiunto questo piccolo traguardo rappresenta per me una enorme soddisfazione”.

post

CANOA / CON LA CENTRONE, IL BARION SI TINGE D’AZZURRO

Il Circolo Canottieri Barion si tinge d’azzurro grazie alla sezione canoa e soprattutto per i meriti di Alessandra Centrone, 15enne barese fresca di convocazione con la Nazionale per l’International Canoe Sprint di canoa velocità – in quel di Auronzo di Cadore dall1′ al 4 luglio.

Un segno di crescita straordinario sia per i Circolo barese che per la sua atleta, a conferma dei costanti progressi compiuti negli ultimi anni. In particolare, “la Centrone gareggia ormai stabilmente in categorie superiori a quella di appartenenza, lottando alla pari per le migliori posizioni di classifica. Il suo nome – si legge nel comunicato ufficiale della società biancazzurra – è fra le otto partecipanti al Kayak femminile Ragazze, che annovera fra l’altro la Centrone fra le campionesse d’Italia, dopo il titolo conquistato nel K1 ai Campionati Italiani di canoa fondo di inizio aprile”.

La competitività della canoista del CC Barion è stata confermata dalla International Race alla recente gara nazionale di Castel Gandolfo. Ed ora, meritatissima, arriva la convocazione in azzurro che vale doppio, se si pensa che Alessandra Centrone è l’unica atleta proveniente da un sodalizio meridionale, fra i 23 convocati. Grande la soddisfazione di Carlo Quaranta, direttore sportivo del CC Barion: “Lavoro, dedizione e sacrificio – il suo commento – hanno portato Alessandra a raggiungere il suo primo traguardo in maglia azzurra. Una convocazione da condividere con compagni ed allenatori, con l’auspicio che possano seguirne tante altre, con questo impegno e questa abnegazione”.

foto e notizia Cc Barion

post

CANOA / BARION, GARGANO E CARELLA SUL PODIO DEL TROFEO AISLA DI PIOMBINO

Nicola Gargano e Michele Carella del Circolo Canottieri Barion salgono sul podio del primo trofeo Aisla Cup di canoa andato in scena nei giorni scorsi al porto turistico Marina di Salivoli di Piombino. Due giornate di sport e divertimento organizzate grazie alla collaborazione dello Yacht Club Marina di Salivoli, del Porto Turistico di Salivoli, della Federazione Italiana SUP e del Comune di Piombino.

Con un mare “grosso”, il Barion porta a casa il primo posto Master di Nicola Gargano ed il bronzo di Michele Carella nel Grand Master.
Ancora non ufficiale l’11° posto di Raffaele F. Barile. Sfortunata Livia Pedrosa, costretta a ritirarsi a causa di problemi fisici ad inizio gara.
Foto Cc Barion