post

CANOA POLO, PRIMI SORRISI IN B PER LA MARTON BARI

Esordio positivo per la Marton Club Bari di canoa polo nella prima giornata del campionato nazionale di serie B maschile disputata lo scorso fine settimana ad Amalfi.
“La giornata – dice il numero uno della Marton, Marcello Angarano – è andata abbastanza bene. Abbiamo vinto quattro partite e perse due. Una contro la diretta concorrente per la promozione, ovvero l’Offredi di Amalfi, terminata 5-6 con un gol annullato negli ultimi due minuti in maniera alquanto inspiegabile. Rete che ci avrebbe permesso di pareggiare. L’altra sconfitta è arrivata contro Comunale Firenze che ha già una squadra in serie A1 e pertanto non può essere promossa. Siamo fiduciosi perché avremo un mese e mezzo di tempo per preparare al meglio la seconda giornata. Potremo intensificare gli allenamenti in barca, sinora abbastanza limitati. Il tecnico Antonio Fraddosio è molto soddisfatto del rendimento dei ragazzi e quindi guardiamo al futuro con estrema speranza e fiducia”.
Prossima giornata a Roma nel laghetto dell’EUR 2 e 3 luglio.
I RISULTATI DELLA PRIMA GIORNATA: Can. Ichnusa – Marton C.C. 2-8; Marton C.C – C.N. Posillipo 5-2; Marton C.C. – C.C. Offredi 5-6; Marton C.C.- Urbe Roma 6-0; Comunali Firenze – Marton 6-3; Can. EUR – Marton C.C. 1-10.
La squadra barese: Mastrandrea Enrico (capocannoniere del campionato con 15 gol), Tafuni Pietro, Loiodice Michele, Ranieri Francesco, Valerio Gaetano, Di Bari Michele, Fraddosio Antonio allenatore.

 

post

CANOA POLO / MARTON AL VIA IN B, MENTRE IL CUS BARI DOMINA LA A1

Fine settimana di esordio stagionale per i canoisti della Marton Canoa Club Bari che da mezzogiorno di oggi sino a domani pomeriggio saranno impegnati nella batteria di gare valevoli per la prima giornata del campionato italiano di serie B di canoa polo in programma ad Amalfi.

La squadra del capoluogo pugliese dovrà affrontare nell’ordine Ichnusa Cagliari, Posillipo Napoli, Circolo Canottieri Offredi, Urbe Roma, Comunali Firenze e Canottieri Eur Roma. Un tabellone ricco di sfide che prevedono una due giorni di ben 21 scontri diretti tra formazioni del raggruppamento centro sud con altre compagini di Campania, Lazio, Toscana e Sardegna “Quest’anno ci cimenteremo con la B – puntualizza il numero uno della Marton, Marcello Angarano – dopo aver disputato uno splendido torneo in A1 nella scorsa stagione culminata col terzo posto in classifica. L’indisponibilità del nostro campo di allenamento, la piscina dello Stadio del Nuoto, non ci ha consentito di preparare nuovamente la serie A1, torneo al quale abbiamo dovuto rinunciare. Ripartiamo dalla B con un organico ridotto rispetto al passato. Avevamo già subito l’effetto dello stop del Covid che aveva decimato il gruppo. Questa ulteriore problematica della indisponibilità del campo di allenamento ha aggravato la situazione. Cercheremo comunque di condurre un campionato di vertice”.

“Il problema logistico – continua Angarano – rimane. Ci auguriamo che i locali di San Girolamo possano essere destinati e assegnati alle associazioni di disciplina per sviluppare l’attività sportiva con maggiore serenità e possibilità di programmazione”.

Lo scorso 2 aprile ha avuto inizio invece il torneo di A1 maschile. Nel raggruppamento sud spicca la squadra del Cus Bari che nei match di esordio ha completamente sbaragliato la concorrenza battendo nell’ordine Lega Navale Taranto, Canoa Club Napoli, Canoa Polo Palermo, Sporting Club Ognina, Nella seconda giornata disputata lo scorso fine settimana a Palermo-Cefalù, gli universitari baresi hanno superato Snap, pareggiato 1-1 con Indiana Club, perso con la Canottieri Irno, superato 5-3 il Gruppo Canoe Roma e pareggiato 3-3 col Cus Catania.

Da segnalare gli otto gol del barese Davide Gabriele, capocannoniere di turno. In graduatoria, gli universitari del capoluogo pugliese veleggiano al secondo posto con ben 20 punti ad una sola distanza dalla capolista Canottieri Irno. La prossima giornata si disputerà a Bacoli nel weekend del 4 e 5 giugno.

 

post

BARI, SABATO 14 MAGGIO INSIEME ALLA “BIGEYE SUP RACE”

Sabato 14 maggio in compagnia della “Bigeye sup race Bari”, prima tappa dell’Euro Tour del Sup Race europeo (Stand up paddle). Appuntamento domani al lido Trampolino per questa iniziativa presentata questa mattina al Comune di Bari con l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli che parteciperà all’evento. Con lui la presidente della ASD Bigeye – che organizza la tappa – Anna Occhiogrosso, l’organizzatore dell’Euro Tour Belar Diaz, il tecnico federale Massimiliano Straziota, Pierfrancesco Romanelli del Comitato regionale Sport Puglia e gli atleti Davide Alpino (Circolo Canottieri Barion, campione italiano di categoria) e Vincenzo Manobianco.

Quella di Bari è la prima e unica tappa dell’Euro Tour e vedrà la partecipazione di oltre 100 atleti provenienti da tutta l’Europa. Lo start della regata è previsto alle ore 10: la gara agonistica comprenderà un percorso di 9 chilometri che si svilupperà su due giri nello specchio d’acqua antistante il lido. È prevista anche una gara amatoriale della lunghezza di un giro.

Nel corso della mattinata saranno organizzate anche attività rivolte ai più piccoli e agli amatori, che potranno effettuare un percorso di regata più breve.

“L’amministrazione è fiera di ospitare questo evento per due buone ragioni – ha detto Pietro Petruzzelli -. La prima è che il Sup è una disciplina che, insieme agli altri sport nautici, stiamo cercando di promuovere soprattutto tra i più giovani, e infatti anche quest’anno abbiamo in programma Rotta verso Bari, il progetto con corsi gratuiti di vela, canoa, canottaggio, windsurf per ragazzi. In secondo luogo, la Bigeye sup è una competizione nazionale e internazionale, vale a dire la prima tappa, l’unica italiana, di un circuito europeo di gare. Il mio plauso, quindi, va alla Bigeye che è riuscita a portare nella nostra città questa competizione straordinaria”.

Anna Occhiogrosso ha poi illustrato i contenuti tecnici della regata. “Da anni – ha spiegato – l’associazione è impegnata nella promozione del Sup sul territorio. A partire dal 2015, anno in cui abbiamo creato questa realtà, abbiamo organizzato una regata all’anno, che poteva valere come tappa di campionato regionale o nazionale. Quest’anno abbiamo voluto compiere un salto di qualità e, grazie a Belar Diaz, adesso siamo qui per presentare un evento al quale parteciperanno oltre 100 top riders. Al vincitore andrà il montepremi di 2.500 euro da noi messo a disposizione. Questo è certamente uno sport che sta crescendo tanto negli ultimi anni, sia a livello amatoriale che agonistico. Il prossimo passo è rendere il Sup una disciplina olimpica”.

Belar Diaz ha, infine, sottolineato che “gli atleti provengono da molti Paesi d’Europa, come la Francia, Spagna, Repubblica Ceca, Germania, Finlandia e Svezia, e anche da Israele. Le tappe sono 14 in totale, la prossima è prevista a Maiorca il 28 maggio: chiudiamo a novembre in Francia”.

Infine, domenica 15 maggio, alle ore 10, partirà l’ottava edizione della Sup Race For the Cure, anch’essa organizzata da Bigeye per sostenere Susan Komen nella raccolta fondi per la lotta contro il tumore al seno e dar vita al circuito Sup Race agonistico pugliese. La regata sarà valevole come seconda tappa del campionato regionale di Sup race e Paddleboard della Federazione Sci nautico Wakeboard e Surfing.

post

CANOA, LA BARESE CENTRONE SUPER AGLI INTERNAZIONALI DI VELOCITÀ DI MILANO

La canoista barese Alessandra Centrone super sulle acque del bacino dell’Idroscalo di Milano dove poche ore fa si è svolta la Gara Internazionale di Velocità Ragazzi, Junior, Senior e Paracanoa.

Dall’estero presenti all’appello Slovenia, Austria, Svizzera, Uganda, Israele e Ucraina.

Nel K1 200m la Centrone conquista il terzo posto nella categoria superiore, dietro Sara Del Gratta (CC Livorno) che primeggia davanti a Adriana Lehaci.

Nel K4 junior 500m, questa volta la campionessa del Barion vince la medaglia d’oro nell’equipaggio misto composto da Giulia Bentivoglio (Leonida Bissolati), Giada Rossetti (Can. Timavo) e Linda Lazzarini (CC San Donà).

Dopo appena 20 minuti, disputa la finale in K1 junior 500m posizionandosi al 5º posto, pochi centesimi dal podio in una gara al photofinish.

Notizia e foto Barion

post

CAMPIONATO FISW: SETTE MEDAGLIE PER IL BARION DA SAN CATALDO DI LECCE

Medaglie a go go per il Circolo Canottieri Barion dalla seconda tappa di campionato sci nautico Fisw che si è disputata lo scorso fine settimana a San Cataldo di Lecce con la technical di 5 chilometri, numerosi giri di boa e la long distance di 12km.

Questi i risultati del team Barion nella classifica combinata.
Oro: Davide Alpino tra i senior
Argento: Velia Pisanelli tra le under 18 femminili, Rossella Mazzeo nella Senior Femminile.
Bronzo: Elias Alpino negli under 18, Francesco Alpino nei senior, Michele Carella nei Gran Master, Daniela Pulpo nel Gran Master.
Davide D’abbicco quarto nei Master come Nicola Gargano nei Gran Master.

Bene anche le piccole Diletta D’abbicco e Sofia Volpe, entrambe di 8 anni di età, che hanno partecipato alla gara promozionale e sfidato un vento molto forte. Buona la prima anche per Maria Teresa Bia, socia Master, che si è cimentata nella gara promozionale portandola a termine.

Notizia e foto Circolo Canottieri Barion

post

SUP FESTIVAL DI MONDELLO, TANTI BARESI SUL PODIO

Tanti baresi sul podio al Mondello Sup Festival andato in scena nei giorni scorsi sulla spiaggia siciliana che – in particolare – ha visto furoreggiare la squadra del Barion in tre giorni di gare suddivise tra sprint di 200 metri con partenza dalla spiaggia, giro di boa e ritorno in spiaggia, Technical Race di 4,5 chilometri e Long distance di 13,5 chilometri.
Il coach e atleta barese Davide Alpino si posiziona al secondo posto negli Sprint e nella Technical e al primo nella Long Distance categoria Senior (secondo in classifica combinati). Bene anche Velia Pisanelli nell’ Under 18 Femminile con un buon secondo posto in tutte e 3 discipline.
Giancarlo Conte negli Under 18 ed Eleonora Carella nell’Under 18 Femminile si piazzano rispettivamente quinta e settima nella classifica generale. Di rilievo l’argento di Michele Carella ed il bronzo di Nicola Gargano nei Gran Master. Per loro 2º e 3º posto nella Sprint, 2º e 4º nella Technical e 3º e 2º nella classifica generale.

post

CANOA, DA MILANO TITOLO ITALIANO DEL BARION TARGATO CENTRONE

Dall’Idroscalo di Milano arriva l’ennesimo titolo da aggiungere in bacheca per la sezione canoa del Circolo Canottieri Barion. Come al solito, ci pensa l’ormai imbattibile Alessandra Centrone con un titolo italiano nel K1 ragazze 5000 metri. Come se non bastasse, l’atleta del Circolo del ds Quaranta porta a casa dalla missione lombarda anche una medaglia di bronzo sulla distanza dei 1000 metri e la stessa medaglia nei 200m nella categoria juniores.
Non finisce qui. Il Barion del tecnico Dario Bianchini mette in cassaforte anche un altro titolo nel K1 Master A 5000 metri con Maurizio Giuliani, sfiorando la finale del K1 1000 metri.
Ottime anche le prestazione di Teresa Corsini che guadagna un doppio bronzo nel C1 under23 femminile 5000 e 200 metri. Nel K1 junior 5000 metri, Mattia Santeramo si piazza 21° su 41 partecipanti, sfiorando la finale sui 200m e sui 1000 metri. Buono anche il 14º posto di Lorenzo Moretti nel K1 senior. Riccardo Carella non si qualifica nei 1000 e 200 metri e dopo uno speronamento in curva, cade in acqua nei 5000 metri non completando il percorso.

post

CANOA / LA BARESE CENTRONE VICE CAMPIONESSA ITALIANA DI MARATONA

Alessandra Centrone d’argento. La canoista del Circolo Canottieri Barion torna dal Campionato di Maratona di San Giorgio di Nogaro col titolo di vice campionessa italiana. Nella competizione delle scorse ore, che ha fatto registrare un numero record di iscritti, l’atleta barese si distingue nel nel k1 ragazze sui 12 chilometri con 35 partenti. Fortissima la partenza, Centrone rimane nel gruppo di testa per due giri – ognuno da 4 chilometri – ma al trasbordo prima dell’ultimo giro un problema tecnico ne condiziona il proseguo della gara e la vittoria da prima della classe. Arriva comunque un prestigioso secondo posto. Nella gara nazionale del C1 Cadetti B da 8 chilometri, il “cuginetto” Cosimo Caterino conquista l’oro.

post

COLPACCIO BARION: ECCO IL CAMPIONE AZZURRO SUP DAVIDE ALPINO

Possiamo finalmente annunciare ufficialmente che il campione italiano e azzurro Davide Alpino è un atleta del Circolo Canottieri Barion, nonché nuovo allenatore e direttore tecnico della nostra squadra agonistica SUP. Il nostro Davide è già impegnato nella regata internazionale GlaGla Race sul lago Annecy in Francia con i colori del Barion“. Con questo messaggio social, il direttore sportivo del Circolo Canottieri Barion – Carlo Quaranta – ufficializza il colpaccio della società barese che da poche ore si fregia di avere tra i suoi portacolori il pluricampione italiano di Sup, acronimo di Stand up paddle, lo sport adatto a tutti che permette di allenarsi in acqua stando in piedi su una tavola e remando con la pagaia.

Classe ’99, l’ex studente della scuola Lenoci di Bari rappresenta una chicca per il sodalizio biancazzurro che, in un colpo solo, può avvalrsi della competenza sportiva di uno dei maggiori talenti dello sport nazionale e – insieme – guadagnare un ritorno di immagine enorme per la visibilità che Alpino sta maturando negli ultimi tempi. Vedi la prima pagina della nota rivista For Men che gli ha dedicato la copertina numero 1 del 2022. Una foto total body ad immortalare i muscoli scolpiti del ragazzo che sta meravigliando tutto il mondo della canoa internazionale. In soli tre anni, Alpino è diventato campione italiano di Sup 2020, disciplina di cui è oggi insegnante a Bari. Tappa recente di un amore iniziato all’età di 15 anni quando si avvicinò al mondo della canoa canadese al Cus Bari. Poi, il trasferimento per alcuni mesi in quel di Sabaudia per affinare la tecnica sul lago e scalare le classifiche nazionali. Quindi, il ritorno in Puglia nel 2018 per completare gli studi.

Lo scorso anno ha portato in dote diverse imposizioni ai campionati nazionali (spicca la gara di Mondello, in Sicilia) ed il salto nelle competizioni europee con tanto di convocazione al mondiale Fick svolto in Ungheria lo scorso settembre sul lago Balaton: un sesto posto assoluto dietro colossi dal calibro di Garioud, Baxter, Delgado, Puyo e Weber.

Insomma un numero uno, ora punta di diamante del Barion e punto di riferimento in città e in Puglia di uno sport che annovera tra i suoi seguaci personaggi noti come Cindy Crawford, Jennifer Aniston, Rihanna e Madonna. Tutti patiti del sup, la disciplina a metà strada tra surf che permette di godersi una passeggiata su laghi, fiumi o sul mare stando in piedi su una specifica tavola, remando con la pagaia. Una disciplina versatile, da praticare in tutte le condizioni, su acqua piatta e sulle onde e, soprattutto, alla portata di tutti.

post

CANOA / DA SABAUDIA, CUS BARI IN CIMA AGLI UNIVERSITARI DEL SUD ITALIA

Canoisti del Cus Bari in avanscoperta ai campionati nazionali universitari che si sono disputati lo scorso fine settimana con la truppa barese quinta nella classifica generale.

A questa manifestazione, organizzata dal Centro Universitario Sportivo italiano, hanno partecipato 15 Centri Universitari italiani con circa 200 atleti universitari di età compresa tra i 18 e i 29 anni iscritti ai vari  atenei italiani. Un dato positivo che si distingue da quelli delle precedenti edizioni anche per la qualità degli sportivi in gara. Infatti, tra i tanti presenti c’era in gara anche la canoista  Francesca Genzo del Cus Trieste, settima ai Giochi Olimpici di Tokyo ed argento nel Campionato del Mondo Universitario di Montemor-o-Velho 2016.

Nella classifica che ci riguardava – ha commentato il tecnico Antonio Romano – abbiamo ottenuto un piazzamento che è andato al di là delle nostre aspettative. Dopo due anni di stop e di incertezze non è stato facile trovare studenti universitari pronti a gareggiare. Le ottime performance ci fanno ben sperare per una crescita di tutto il settore”.

Per la compagine cussina hanno gareggiato 12 canoisti universitari pugliesi (Schena Lucia, Apollonio Cristina, Altini Letizia,  Biscotti Michele, Somma Nicola, Carlone Luca, Delvecchio Francesco, Triggiani Marco, Arachi Donoto Giulio, Sassanelli Donato, Mongelli Giacomo, Moretti Lorenzo) seguiti dall’allenatore Antonio Romano.  Nei due giorni di gare, i canoisti cussini hanno dato battaglia a suon di pagaiate nelle gare di velocità in K1, K2,K4, C1, C2, C4 ottenendo una medaglia di argento con Nicola Somma  (nella foto) sulla canoa canadese C1 distanza 1000m e ben 3 medaglie di bronzo nelle gare C4 metri 500 con Donato Sassanelli, Michele Biscotti, Luca Carloni, Nicola Somma; C1 metri 200 con Nicola Somma; C2 metri 200 con Nicola Somma e Michele Biscotti: “Sono state delle gare dure per l’alto livello dei concorrenti che non hanno scoraggiato i canoisti universitari baresi che hanno messo in campo tutta la loro forza, la loro passione, il loro spirito di squadra”. L’impegno dei singoli atleti ha condotto il CUS Bari al 5° posto nella classifica generale, primo tra i centri universitari sportivi del Mezzogiorno.

fonte notizia e foto Cus Bari