post

CANOTTAGGIO / CC BARION, TITOLO ITALIANO DI FONDO IN ROSA: FINE D’ANNO COL BOTTO

Sabaudia iridata per i canottieri del Cc Barion, ormai incontenibili nell’ottenimento di vittorie e medaglie in giro per lo Stivale. Gli ultimi sorrisi sono arrivati poche ore fa a Sabaudia coi i titoli di campionesse italiane a concludere una meravigliosa stagione agonistica corredata da altre tre medaglie di bronzo ai Campionati Italiani di fondo.

Sul tetto d’Italia salgono Alessandra Quaranta, Sofia Caliandro, Chiara Tamborrino e Gabriella Biscardi a comporre un quattro di coppia Under 17 senza precedenti. Tripletta di bronzo, quindi, targato Pasquale Tamborrino, Leonardo Bellomo, Carlo Barbone e Antonio Schirone sempre nella categoria Under 17.

Gli Under 19 Alessandro Campobasso, Claudio Straziota, Leonardo Della Nebbia e Francesco Scaramuzzi e i Senior Michelangelo Quaranta, Luigi Tamborrino, Giancarlo Leonetti e Francesco Capone mettono in saccoccia ulteriori medaglie di bronzo a completare una vetrina di medaglie di un’annata difficile da dimenticare.

credit foto e notizia Cc Barion

post

TORINO D’ORO PER I CANOTTIERI DEL CUS BARI

Incetta di vittorie e medaglie per la squadra del canottaggio targata Cus Bari reduce da grandi risultati in quel di Torino, palcoscenico della Regata Internazionale Silver e Kinder Skiff: 11 km per i più grandi, quattro km per allievi C e Cadetti e 1000 metri per i più piccoli.
Questi i titoli baresi sulle acque del Fiume Po:

Oro per CARLOTTA LIVORTI 1° su 144 allieve B; Argento per ELENA CIOFFI 2° su 25 allieve B1° anno; Argento LICCIARDI GLORIA 2° su 244 cadette; Bronzo per ANNACONTINI ANDREA 3° su 146 allievi B; Bronzo per ANDREA LICCIARDI 3° su 246 cadetti maschili.

A un passo dal podio, MATTEO CHIMENTI (Allievo C).

Tra i più grandi, GATTO EVA 5° tra le ragazze mentre i ragazzi maschili rispettivamente LIANTONIO AJ 23°, PREZIOSO FILIPPO 27°, ROTONDO NICOLA 46°.

Notizia e foto Cus Bari

post

CANOTTAGGIO, BRONZO PER I FRATELLI QUARANTA AGLI EUROPEI DI SPAGNA

Terzo posto per i fratelli Quaranta del Circolo Canottieri Barion agli Europei di beach sprint andati in scena l’altro giorno in Spagna.Michelangelo ed Alessandra Quaranta tornano da San
Sebastian con un terzo posto che conferma il titolo mondiale conquistato in Galles
solo due settimane fa. La competizione di doppio misto under 19 li ha visti
ancora una volta protagonisti sulla scena internazionale, con un bronzo che arricchisce ulteriormente la bacheca del circolo barese di molo San Nicola, in un 2022 memorabile.

Il responso è arrivato dopo la finalina vinta con la Gran Bretagna, ipotecata da subito con
Michelangelo Quaranta velocissimo a sedersi in barca prima del suo concorrente.
Italia avanti all’inizio e per l’intera gara, fino al rettilineo concluso con la coppia iridata a planare sul bagnasciuga e a completare il percorso in poco
più di due minuti e mezzo. Una sfida comunque tiratissima, del tipo cui i Quaranta hanno fatto ormai l’abitudine, sulla scena internazionale. In precedenza il duo del Canottieri Barion aveva battuto la Germania, approdando
così in semifinale contro la Francia. Pure il confronto con l’equipaggio transalpino ha riservato emozioni e capovolgimenti, con gli avversari che scattavano in testa soltanto nel rettilineo finale. Ma non importa, per quanto fatto vedere da Michelangelo ed Alessandra Quaranta sulla ribalta internazionale onorata al meglio anche a San Sebastian: dopo l’oro mondiale a Saundersfoot, il bronzo europeo in Spagna per chiudere alla grande un ottobre
da record.

Raggiante il presidente
del Canottieri Barion Francesco Rossiello: ‘È difficile ripetersi a pochi giorni dalla conquista di un titolo mondiale ma Michelangelo ed Alessandra ci
sono riusciti, conquistando un podio di assoluto valore». Contentissimi la responsabile di sezione Maria Cristina Rizzo e l’allenatore Alessandro Dironzo,
al seguito dei ragazzi anche in questa trasferta: «Il giusto premio – rimarca Rossiello – agli sforzi profusi dal circolo per consentire ai nostri ragazzi di
gareggiare al meglio delle loro possibilità. Le medaglie ed i traguardi raggiunti sono il miglior monito per proseguire nel percorso avviato da qualche
anno, nel rispetto della grande tradizione sportiva del Canottieri Barion
“.

Notizia e foto Cc Barion

post

CANOTTAGGIO / BEACH SPRINT: I CAMPIONI QUARANTA ALL’ASSALTO DELL’EUROPEO

Archiviato il titolo mondiale “doppio misto” di beach sprint, i campioni baresi Michelangelo ed Alessandra Quaranta – firme del canottaggio targato Circolo Canottieri Barion – tentano una nuova scalata all’Europeo in programma da domani a sabato in quel di San Sebastian (Spagna) nella specialità coastal rowing e beach sprint.

Otto gli equipaggi azzurri ufficializzati dal direttore tecnico della Federcanottaggio Francesco Cattaneo, tre dei quali già in luce alle World Rowing Beach Sprint Finals di Saundersfoot, in Galles. E in questo magico terzetto spicca il Doppio Misto Junior dei fratelli Quaranta, 19 anni Michelangelo e 16 Alessandra, che hanno messo in riga tutti nella rassegna iridata. Un crescendo rossiniano che ha visto l’affiatatissimo duo barese esaltarsi nei turni ad eliminazione diretta, sino alla finalissima vinta contro la Spagna. Proprio l’equipaggio iberico aveva dato appuntamento per la rivincita nelle acque di San Sebastian, a casa propria, per un confronto nel confronto. Una simpatica provocazione che i due giovani atleti del Canottieri Barion sapranno raccogliere con lo spirito giusto, con l’orgoglio di rappresentare l’Italia e la concentrazione tutta protesa, come al solito, a fare il meglio possibile, in una gara di destrezza ma anche e soprattutto di testa.

Al loro fianco, ancora una volta, ci sarà l’allenatore Alessandro Dironzo, pronto a condividerne umori e strategie di gara. Con la speranza, ancora una volta, di poter festeggiare tutti assieme alla fine, assieme agli appassionati del circolo, in testa il presidente Francesco Rossiello e la responsabile di sezione Maria Cristina Rizzo, che seguiranno da Bari l’evento. Sicuri di assistere ad un’altra prestazione di eccellenza da parte dei propri ragazzi, a prescindere dal risultato finale.

notizia Cc Barion Bari

foto credit Mimmo Perna – Canottaggio.org

post

CANOTTAGGIO, I FRATELLI QUARANTA SUL TETTO DEL MONDO NEL BEACH SPRINT IN GALLES

A Saundersfoot, in Galles, i fratelli Quaranta, atleti azzurri del Circolo Canottieri Barion, conquistano uno storico successo per l’Italia del canottaggio nel doppio misto U19.

L’Italia del canottaggio sale sul tetto del mondo grazie ai due ragazzi del Canottieri Barion. È titolo iridato per Michelangelo ed Alessandra Quaranta che trionfano ai mondiale di beach sprint disputato a Saundersfoot, in Galles. I due fratelli baresi si sono imposti sulla Spagna nella finale di doppio misto under 19, regalando una storica vittoria ai colori azzurri, il primo in questa specialità per la categoria.
La loro tre giorni si è rivelata un autentico crescendo. Prese le misure della competizione con un settimo posto ai time trial, percorso disputato a cronometro in solitaria, il duo Quaranta si è esaltato nei turni ad eliminazione diretta. Prima il successo sul Giappone nel recupero testa a testa del venerdì, quindi una domenica indimenticabile con emozioni e vittorie a ripetizione. Ai quarti l’affermazione contro i padroni di casa della Gran Bretagna, quindi la qualificazione ai danni degli Stati Uniti in semifinale e infine tripudio e gioia incontenibile al termine della finalissima vinta contro la Spagna. Il tutto domando non solo gli avversari ma anche un campo di gara complicato da vogare per onde e vento, che però Michelangelo ed Alessandra Quaranta hanno saputo gestire nel miglior modo possibile.
Più forti di tutto e di tutto i due fratelli, 18 anni lui e 16 lei, capaci di strappare un pass per il Galles partendo proprio dalla loro Puglia, che a Barletta, lo scorso luglio, li aveva consacrati campioni italiani. Da qui la chiamata in nazionale del direttore tecnico Francesco Cattaneo per rappresentare l’Italia al Mondiale, in uno dei nove equipaggi azzurri. Una trasferta indimenticabile conclusa con l’epilogo più inconfessabile eppure meritato, per la soddisfazione del responsabile di sezione Maria Cristina Rizzo e dell’allenatore Alessandro Dironzo presente a Saundersfoot al seguito dei ragazzi.
In tantissimi, soci del circolo ed appassionati, hanno seguito da Bari la diretta web della manifestazione, emozionandosi assieme ai “Forty brothers” e partecipando alla loro esultanza e a quella di papà Carlo, direttore sportivo del Canottieri Barion. Figli d’arte, Michelangelo ed Alessandra, ma soprattutto figli di un circolo impegnato da anni nel rinverdire una tradizione remiera di livello internazionale. «A 40 anni dai trionfi di Ruggero Verroca – ricorda il presidente Francesco Rossiello – il Barion risale sulla vetta del mondo con i fratelli Quaranta. Nella crescita di giovani atleti come loro il circolo sta investendo impegno e risorse e questa straordinaria vittoria ci riempie d’orgoglio, ripagandoci degli sforzi profusi. Un successo che dedichiamo alla memoria del past president Bruno D’Ambrosio che quest’anno ci ha lasciato. Ne sarebbe stato felicissimo, da entusiasta sportivo qual era».

Notizia e foto Cc Barion

post

CANOTTAGGIO, I FRATELLI QUARANTA DEL BARION SI VESTONO DI AZZURRO

È di poche ore fa la consegna della divisa azzurra da parte del Presidente Francesco Rossiello e della direttrice di sezione canottaggio Maria Cristina Rizzo ai canottieri del CC Barion, nonché fratello e sorella e figli del ds del Circolo, Carlo – Michelangelo e Alessandra Quaranta.

Investitura pronta per i due atleti che parteciperanno ai Campionati Mondiali di Coastal Rowing in Galles dopo una favolosa stagione capitanati dal loro allenatore Alessandro Dironzo.

Notizia e foto Cc Barion

post

CANOTTAGGIO / TRIS DI MEDAGLIE PER IL BARION IN PIEMONTE

Tris di medaglie per la squadra di canottaggio del Canottieri Barion sul lago di Candia, in Piemonte: un argento ed un bronzo al Campionato Italiano Società, un altro secondo posto al Meeting Nazionale.
Nella competizione per club gli acuti arrivano nel quattro di coppia: argento per l’equipaggio under 18 composto da Alessandra Quaranta, Sofia Caliandro, Gabriella Biscardi e Chiara Tamborrino che chiudono con un solo secondo e mezzo di ritardo dalle vincitrici di Garda Salò. Podio anche per il quattro di coppa senior maschile con Giuseppe Bellomo, Michelangelo Quaranta, Luigi Tamborrino e Luigi Dolce che agguantano la terza posizione dietro Padova e Lario. La terza medaglia la conquista invece Riccardo Traversa nel Meeting Nazionale: argento per lui nel singolo 7.20 Allievi C.
Al di là dei riscontri del medagliere, molte le buone prestazioni da segnalare: assai competitivo Leonardo Bellomo che si classifica al quarto posto nel finale A del singolo under 18 sfiorando il podio, in una gara valevole per il campionato per società. Sesto piazzamento invece per il doppio misto over 17 formato da Giancarlo Leonetti ed Ilaria Bovio. Dal Trofeo dei Giovani invece, dove i canottieri hanno gareggiato sotto le insegne regionali, quarto posto nel quattro di coppia Ragazze per la Puglia con un equipaggio interamente composto da atlete del Barion, le solite Quaranta, Tamborrino, Biscardi e Caliandro. Medesimo piazzamento per il quattro di coppia Ragazzi forte, fra gli altri, di Bellomo, settima posizione per il quattro di coppia Cadetti con a bordo anche Traversa.
Bilancio decisamente apprezzabile per la squadra del circolo barese di molo San Nicola, accompagnata per l’occasione dai tecnici Alessandro Dironzo e Valerio Buono: «Anche dal lago di Candia – precisa il direttore sportivo Carlo Quaranta – rientriamo con solide certezze. Sta per terminare una stagione che ci ha riconsacrato fra le migliori realtà a livello nazionale. Ma c’è ancora qualche gara in calendario e siamo sicuri che i nostri ragazzi regaleranno ancora emozioni».

post

CANOTTAGGIO / DUE TITOLI ITALIANI PER IL CC BARION AI CAMPIONATI DI BEACH SPRINT

Due titoli nazionali a chilometro zero, o quasi. Sono quelli conquistati dal Canottieri Barion ai Campionati Italiani di Beach Sprint di canottaggio disputati a Barletta sul lungomare Pietro Mennea. Ai successi nel quattro coastal e nel doppio misto si aggiungono due argenti e tre bronzi, per un bottino complessivo di sette medaglie.
Doppietta d’oro per Michelangelo Quaranta, 18 anni, a bordo di entrambi gli equipaggi vincitori. Da una parte ha trionfato con Luigi Tamborrino, anche lui 18enne, ed i 17enni Giancarlo Leonetti, Francesco Capone, oltre che con Pasquale Tamborrino al timone, bissando la vittoria dell’anno scorso. Dall’altra ha primeggiato nel doppio misto con la sorella Alessandra Quaranta. Un titolo italiano confezionato in famiglia che ha esaltato pure la canottiera 16enne, a sua volta classificatasi seconda nel singolo. Rosa anche l’altro argento, conquistato dal doppio formato da Chiara Tamborrino e Sofia Caliandro, tutt’e due 16 enni.
Passando ai tre bronzi, due sono finiti al collo di Luigi Dolce, 23 anni, protagonista sia nel doppio maschile con Giuseppe Bellomo, 19, che in quello misto con Ilaria Bovio, 19 anni pure lei. Terzo posto anche per il quattro junior misto forte di Chiara Tamborrino, Sofia Caliandro, Luigi Tamborrino e Giancarlo Leonetti, assieme a Pasquale Tamborrino confermatissimo timoniere.
E non è detto che sia finita a Barletta, l’eco della rassegna iridata di beach sprint. Il titolo del doppio misto offre ai fratelli Quaranta la possibilità di partecipare sia agli Europei che ai Mondiali, in qualità di campioni italiani in carica: «Una bella opportunità che sarà vagliata più avanti – osserva l’allenatore Alessandro Dironzo, al seguito dei ragazzi del Canottieri Barion assieme all’altro tecnico Agostino Iurilli – Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti: abbiamo raddoppiato il numero di titoli vinti, oltre a conquistare due finali A foriere di altrettanti argenti. C’è grande contentezza anche per i bronzi, arrivati in gare con un gran numero di iscritti».

Fonte Cc Barion

post

BARI DICE ADDIO A D’AMBROSIO, STORICO PRESIDENTE DEL CC BARION

Il Canottieri Barionpiange la scomparsa del suo storico dirigente Bruno D’Ambrosio, mancato ieri all’età di 94 anni.
Già presidente per circa trent’anni del circolo barese di molo San Nicola, di cui è stato anche vice presidente e consigliere, D’Ambrosio vanta un lunghissimo percorso dirigenziale e sportivo, attestato dall’attribuzione della Stella d’Oro al Merito Sportivo
del Coni e del Diploma d’Onore del Cio.
Cavaliere della Repubblica, D’Ambrosio ha svolto, fra gli altri, importanti incarichi federali quali consigliere nazionale della Federscherma, dopo essere stato presidente del comitato regionale, presidente del Collegio Nazionale dei Revisori della
Federcanottaggio e componente della Commissione nazionale impianti sportivi della Federcalcio.
Tante le esperienze da dirigente sportivo in numerosi contesti associativi, anche se il suo nome resta indissolubilmente legato al Canottieri Barion di cui D’Ambrosio è stato memoria
storica, nonché preziosissima figura di raccordo fra passato e presente, e di stimolo per gli agonisti più giovani: «La storia del circolo è quella di Bruno
D’Ambrosio – ricorda Francesco Rossiello, presidente del Canottieri Barion –
Raramente ci sono rapporti identitari così forti come quello fra il Barion ed il suo storico dirigente. Una figura davvero unica, che anche negli ultimi anni ha continuato a rappresentare ai giovanissimi l’orgoglio di gareggiare per un
sodalizio così importante, con la maturità di chi ne aveva viste tante ma soprattutto con la passione di un ragazzino. Ci lascia uno straordinario
esempio di entusiasmo e di tenacia, che speriamo di onorare al meglio con i risultati e i progressi dei nostri atleti. La cosa che più di ogni altra gli
stava a cuore.

La perdita di D’Ambrosio lascia un vuoto nella storia dello sport della città di Bari. La redazione di BariNrete, che ha avuto modo di conoscerlo personalmente negli anni della sua attività di presidente del Circolo canottieri Barion, si stringe al dolore della famiglia e si unisce al ricordo di un dirigente e di uomo di grandi valori.

post

IL BARESE VERROCA NEL COLLEGIO DEGLI ESPERTI DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE PUGLIA

L’esperienza di Ruggero Verroca al servizio della Regione Puglia. L’ex campionissimo di canottaggio è stato nominato nei giorni scorsi componente del Collegio degli Esperti del Presidente Michele Emiliano, quale referente “per la valorizzazione degli sport acquatici, del rispetto dell’ambiente e delle buone pratiche legislative per la dirigenza sportiva”.
Barese, 61enne, Ruggero Verroca è uno degli sportivi più titolati di Puglia. Il suo nome è indissolubilmente legato al Circolo Canottieri Barion di cui è past president, dopo esserne stato in gioventù canottiere ad altissimo livello. Un palmares ricchissimo il suo, sublimato da sei titoli mondiali di canottaggio, cinque consecutivi nel due di coppia pesi leggeri dal 1980 al 1984 ed uno sul singolo, nel 1985.
E adesso Verroca è pronto a mettere a disposizione le sue capacità sportive di altissimo livello anche per il nuovo incarico all’interno del Collegio degli Esperti del Presidente della Regione Puglia, attribuito a titolo gratuito. Una struttura costituita da personalità che hanno maturato esperienza su temi di rilevanza strategica per il buon funzionamento della macchina regionale. Ed in ambito sportivo non ci poteva davvero essere profilo più adeguato ad offrire un supporto specifico nelle scelte di indirizzo del Presidente Emiliano.

Fonte notizia e foto CC Barion