post

CANOTTAGGIO / TRIS DI MEDAGLIE PER IL BARION IN PIEMONTE

Tris di medaglie per la squadra di canottaggio del Canottieri Barion sul lago di Candia, in Piemonte: un argento ed un bronzo al Campionato Italiano Società, un altro secondo posto al Meeting Nazionale.
Nella competizione per club gli acuti arrivano nel quattro di coppia: argento per l’equipaggio under 18 composto da Alessandra Quaranta, Sofia Caliandro, Gabriella Biscardi e Chiara Tamborrino che chiudono con un solo secondo e mezzo di ritardo dalle vincitrici di Garda Salò. Podio anche per il quattro di coppa senior maschile con Giuseppe Bellomo, Michelangelo Quaranta, Luigi Tamborrino e Luigi Dolce che agguantano la terza posizione dietro Padova e Lario. La terza medaglia la conquista invece Riccardo Traversa nel Meeting Nazionale: argento per lui nel singolo 7.20 Allievi C.
Al di là dei riscontri del medagliere, molte le buone prestazioni da segnalare: assai competitivo Leonardo Bellomo che si classifica al quarto posto nel finale A del singolo under 18 sfiorando il podio, in una gara valevole per il campionato per società. Sesto piazzamento invece per il doppio misto over 17 formato da Giancarlo Leonetti ed Ilaria Bovio. Dal Trofeo dei Giovani invece, dove i canottieri hanno gareggiato sotto le insegne regionali, quarto posto nel quattro di coppia Ragazze per la Puglia con un equipaggio interamente composto da atlete del Barion, le solite Quaranta, Tamborrino, Biscardi e Caliandro. Medesimo piazzamento per il quattro di coppia Ragazzi forte, fra gli altri, di Bellomo, settima posizione per il quattro di coppia Cadetti con a bordo anche Traversa.
Bilancio decisamente apprezzabile per la squadra del circolo barese di molo San Nicola, accompagnata per l’occasione dai tecnici Alessandro Dironzo e Valerio Buono: «Anche dal lago di Candia – precisa il direttore sportivo Carlo Quaranta – rientriamo con solide certezze. Sta per terminare una stagione che ci ha riconsacrato fra le migliori realtà a livello nazionale. Ma c’è ancora qualche gara in calendario e siamo sicuri che i nostri ragazzi regaleranno ancora emozioni».

post

CANOTTAGGIO / DUE TITOLI ITALIANI PER IL CC BARION AI CAMPIONATI DI BEACH SPRINT

Due titoli nazionali a chilometro zero, o quasi. Sono quelli conquistati dal Canottieri Barion ai Campionati Italiani di Beach Sprint di canottaggio disputati a Barletta sul lungomare Pietro Mennea. Ai successi nel quattro coastal e nel doppio misto si aggiungono due argenti e tre bronzi, per un bottino complessivo di sette medaglie.
Doppietta d’oro per Michelangelo Quaranta, 18 anni, a bordo di entrambi gli equipaggi vincitori. Da una parte ha trionfato con Luigi Tamborrino, anche lui 18enne, ed i 17enni Giancarlo Leonetti, Francesco Capone, oltre che con Pasquale Tamborrino al timone, bissando la vittoria dell’anno scorso. Dall’altra ha primeggiato nel doppio misto con la sorella Alessandra Quaranta. Un titolo italiano confezionato in famiglia che ha esaltato pure la canottiera 16enne, a sua volta classificatasi seconda nel singolo. Rosa anche l’altro argento, conquistato dal doppio formato da Chiara Tamborrino e Sofia Caliandro, tutt’e due 16 enni.
Passando ai tre bronzi, due sono finiti al collo di Luigi Dolce, 23 anni, protagonista sia nel doppio maschile con Giuseppe Bellomo, 19, che in quello misto con Ilaria Bovio, 19 anni pure lei. Terzo posto anche per il quattro junior misto forte di Chiara Tamborrino, Sofia Caliandro, Luigi Tamborrino e Giancarlo Leonetti, assieme a Pasquale Tamborrino confermatissimo timoniere.
E non è detto che sia finita a Barletta, l’eco della rassegna iridata di beach sprint. Il titolo del doppio misto offre ai fratelli Quaranta la possibilità di partecipare sia agli Europei che ai Mondiali, in qualità di campioni italiani in carica: «Una bella opportunità che sarà vagliata più avanti – osserva l’allenatore Alessandro Dironzo, al seguito dei ragazzi del Canottieri Barion assieme all’altro tecnico Agostino Iurilli – Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti: abbiamo raddoppiato il numero di titoli vinti, oltre a conquistare due finali A foriere di altrettanti argenti. C’è grande contentezza anche per i bronzi, arrivati in gare con un gran numero di iscritti».

Fonte Cc Barion

post

BARI DICE ADDIO A D’AMBROSIO, STORICO PRESIDENTE DEL CC BARION

Il Canottieri Barionpiange la scomparsa del suo storico dirigente Bruno D’Ambrosio, mancato ieri all’età di 94 anni.
Già presidente per circa trent’anni del circolo barese di molo San Nicola, di cui è stato anche vice presidente e consigliere, D’Ambrosio vanta un lunghissimo percorso dirigenziale e sportivo, attestato dall’attribuzione della Stella d’Oro al Merito Sportivo
del Coni e del Diploma d’Onore del Cio.
Cavaliere della Repubblica, D’Ambrosio ha svolto, fra gli altri, importanti incarichi federali quali consigliere nazionale della Federscherma, dopo essere stato presidente del comitato regionale, presidente del Collegio Nazionale dei Revisori della
Federcanottaggio e componente della Commissione nazionale impianti sportivi della Federcalcio.
Tante le esperienze da dirigente sportivo in numerosi contesti associativi, anche se il suo nome resta indissolubilmente legato al Canottieri Barion di cui D’Ambrosio è stato memoria
storica, nonché preziosissima figura di raccordo fra passato e presente, e di stimolo per gli agonisti più giovani: «La storia del circolo è quella di Bruno
D’Ambrosio – ricorda Francesco Rossiello, presidente del Canottieri Barion –
Raramente ci sono rapporti identitari così forti come quello fra il Barion ed il suo storico dirigente. Una figura davvero unica, che anche negli ultimi anni ha continuato a rappresentare ai giovanissimi l’orgoglio di gareggiare per un
sodalizio così importante, con la maturità di chi ne aveva viste tante ma soprattutto con la passione di un ragazzino. Ci lascia uno straordinario
esempio di entusiasmo e di tenacia, che speriamo di onorare al meglio con i risultati e i progressi dei nostri atleti. La cosa che più di ogni altra gli
stava a cuore.

La perdita di D’Ambrosio lascia un vuoto nella storia dello sport della città di Bari. La redazione di BariNrete, che ha avuto modo di conoscerlo personalmente negli anni della sua attività di presidente del Circolo canottieri Barion, si stringe al dolore della famiglia e si unisce al ricordo di un dirigente e di uomo di grandi valori.

post

IL BARESE VERROCA NEL COLLEGIO DEGLI ESPERTI DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE PUGLIA

L’esperienza di Ruggero Verroca al servizio della Regione Puglia. L’ex campionissimo di canottaggio è stato nominato nei giorni scorsi componente del Collegio degli Esperti del Presidente Michele Emiliano, quale referente “per la valorizzazione degli sport acquatici, del rispetto dell’ambiente e delle buone pratiche legislative per la dirigenza sportiva”.
Barese, 61enne, Ruggero Verroca è uno degli sportivi più titolati di Puglia. Il suo nome è indissolubilmente legato al Circolo Canottieri Barion di cui è past president, dopo esserne stato in gioventù canottiere ad altissimo livello. Un palmares ricchissimo il suo, sublimato da sei titoli mondiali di canottaggio, cinque consecutivi nel due di coppia pesi leggeri dal 1980 al 1984 ed uno sul singolo, nel 1985.
E adesso Verroca è pronto a mettere a disposizione le sue capacità sportive di altissimo livello anche per il nuovo incarico all’interno del Collegio degli Esperti del Presidente della Regione Puglia, attribuito a titolo gratuito. Una struttura costituita da personalità che hanno maturato esperienza su temi di rilevanza strategica per il buon funzionamento della macchina regionale. Ed in ambito sportivo non ci poteva davvero essere profilo più adeguato ad offrire un supporto specifico nelle scelte di indirizzo del Presidente Emiliano.

Fonte notizia e foto CC Barion

post

CANOTTAGGIO / CUS BARI DA APPLAUSI AL FESTIVAL DEI GIOVANI

Cus Bari del canottaggio in grande spolvero al Festival dei Giovani andato in scena nei giorni scorsi all’Idroscalo di Milano. Tutti protagonisti i ventinove giovani cussini che hanno conquistato 9 medaglie d’oro, 13 d’argento e 4 di bronzo.

Un medagliere che ha portato il Cus Bari a piazzarsi 16° su 137 società partecipanti, al primo posto tra le società in Puglia e al secondo del Sud Italia. Leadership assoluta tra i Cus d’Italia: “Complimenti a tutti gli allenatori e ai nostri piccoli atleti. Siete orgoglio cussino. Avanti così!”, il commento social sul profilo del Cus.

Notizia e foto Cus Bari

post

CANOTTAGGIO / A PIEDILUCO, IL BARION CONQUISTA TITOLO ITALIANO E BRONZO

Storica affermazione nel canottaggio per il Circolo Canottieri Barion. Ai Campionati Italiani di Piediluco, in Umbria, il circolo barese di Molo San Nicola porta a casa un titolo italiano ed un terzo posto. All’oro conquistato nel Doppio Maschile under 17 con Leonardo Bellomo e Pasquale Tamborrino (nella foto) si aggiunge il bronzo nel quattro di coppia femminile under 17 con Alessandra Quaranta, Chiara Tamborrino, Sofia Caliandro e Gabriella Biscardi. Due incredibili risultati che consacrano il Canottieri Barion sulla scena nazionale, nel solco della tradizione remiera del sodalizio.

A Piediluco, nei campionati italiani dedicati ad under 23, Ragazzi ed Esordienti, Bellomo e Tamborrino, entrambi 15enni e al loro primo anno nella categoria Ragazzi, si sono laureati campione d’Italia percorrendo i 2000 metri di gara in 07:08:95, appena due centesimi rispetto all’equipaggio di Arno secondo classificato. Un traguardo importantissimo, addirittura inedito nel pur ricchissimo palmares del Canottieri Barion.

A ruota è poi arrivato il terzo posto nel quattro di coppia Ragazze under 17, a dimostrazione dell’ottima competitività di Quaranta, Tamborrino, Caliandro e Biscardi (di età compresa fra i 15 e i 16 anni), salite sul podio dietro Cernobbio e Gavirate. Un titolo ed una medaglia accolti con grande entusiasmo dal direttore sportivo Carlo Quaranta e dello staff di dirigenti e tecnici, su tutti gli allenatori Alessandro Dironzo ed Agostino Iurilli al seguito dei ragazzi assieme al ds. Soddisfazione doppia, se si pensa che il titolo è arrivato in una delle manifestazioni più seguite dei Campionati Italiani.

Nelle altre gare prestazione di livello per Alessandra Quaranta anche nel singolo ragazze under 17, in cui la promettente atleta barese ha raggiunto una finale altamente selettiva confermando gli ottimi risultati degli scorsi meeting nazionali. Finale all’appannaggio anche di Giuseppe Bellomo quinto sul singolo under 23.

Bene anche Michelangelo Quaranta, distintosi fra gli under 23 pesi leggeri nelle semifinali del singolo e del quattro di coppia, assieme ai compagni Luigi Tamborrino, Francesco Capone e Giancarlo Leonetti. Esperienza da ricordare anche per Ilaria Bovio nel singolo U23 PL, per Francesco Capone e Luigi Tamborrino nel doppio U23 PL, e per Carlo Barbone, Antonio Schirone, Claudio Straziota e Francesco Scaramuzzi a comporre il quattro di coppia under 17, tutti fermatisi alle qualificazioni.

A conti fatti, una chiusura di stagione davvero notevole. «Un risultato eccezionale – il commento del presidente del CC Barion Francesco Rossiello – Il campionato italiano conquistato a Piediluco nel doppio maschile ed il terzo posto nel quattro di coppia femminile under 17 sono i primi importanti riconoscimenti dopo gli investimenti compiuti nelle ultime stagioni per i giovani tesserati del nostro circolo. Una vittoria che rinverdisce fra l’altro l’eccelsa tradizione del Barion negli sport di mare. Siamo raggianti».

Notizia e foto Cc Barion

post

CANOTTAGGIO / BARION CAMPIONE D’ITALIA COL DOPPIO U17 MASCHILE BELLOMO-TAMBORRINO

Storica affermazione nel canottaggio per il Circolo Canottieri Barion. Ai Campionati Italiani di Piediluco, in Umbria, il circolo barese di Molo San Nicola ha conquistato il titolo italiano nel Doppio Maschile under 17 con Leonardo Bellomo e Pasquale Tamborrino.
Nella manifestazione dedicata ad under 23, Ragazzi ed Esordienti, i due canottieri del Barion, entrambi 15enni, si sono laureati campione d’Italia percorrendo i 2000 metri di gara in 07:08:95, appena due centesimi rispetto all’equipaggio di Arno secondo classificato.
Una traguardo importantissimo, addirittura inedito nel pur ricchissimo palmares del Canottieri Barion. E la soddisfazione del direttore sportivo Carlo Quaranta e dello staff di tecnici e dirigenti è doppia, se si pensa che il titolo è arrivato in una delle manifestazioni più seguite dei Campionati Italiani.
«Un risultato eccezionale – il commento del presidente del CC Barion Francesco Rossiello – Il campionato italiano conquistato a Piediluco nel doppio maschile è un primo importantissimo riconoscimento dopo i numerosi investimenti compiuti nelle ultime stagioni sui giovani tesserati del nostro circolo. Una vittoria che rinverdisce fra l’altro l’eccelsa tradizione del Barion negli sport di mare. Siamo raggianti».

post

CANOTTAGGIO / 14 MEDAGLIE PER IL BARION A SABAUDIA IN VISTA DEI CAMPIONATI ITALIANI

Quattordici medaglie come viatico per i Campionati Italiani del prossimo fine settimana. È il bottino ottenuto dal Canottieri Barion alla gara regionale aperta di canottaggio disputata a Sabaudia.
Ottimi tempi e tanti podi per i canottieri agonisti, con cinque ori al collo dei singolisti Luigi Dolce (Senior), Michelangelo Quaranta (Junior), Alessandro Campobasso (Ragazzi) e degli equipaggi di doppio Pasquale Tamborrino-Leonardo Bellomo e Chiara Tamborrino-Sofia Caliandro, fra i Ragazzi.
Cinque i secondi posti, all’appannaggio di Michelangelo Quaranta fra gli under 23 pesi leggeri e Alessandra Quaranta fra le Ragazze nel singolo, dei doppi Luigi Dolce-Giancarlo Leonetti fra i senior A e Pasquale Tamborrino-Leonardo Bellomo fra gli junior, del quattro di coppia junior femminile Quaranta-Tamborrino-Biscardi-Caliandro. A chiudere il medagliere un poker di bronzi, conquistato dai singolisti Claudio Straziota (Ragazzi) e Luig Tamborrino (Junior) e dei quattro di coppia Barbone-Campobasso-Scaramuzzi-Schirone (Ragazzi) e Barbone-Scaramuzzi-Schirone-Straziota (Junior).
Ma le buone notizie in vista dei Campionati Italiani di Corgeno non finiscono qui. Festeggia anche Federica Schirone, 11 anni, che ha conquistato il record italiano sui 1000 metri fra le under 12 sul remoergometro certificato, con il tempo di 4 minuti e 11,5 secondi. Un record personale da condividere assieme al resto del gruppo, nello spirito di squadra del Circolo Canottieri Barion del presidente Francesco Rossiello.
notizia e foto Cc Barion
post

CANOTTAGGIO, BARION OK ALLA REGIONALE APERTA DI SABAUDIA

Ottimi tempi e tante medaglie alla regionale aperta di Sabaudia a cui ha partecipato la squadra agonistica di canottaggio del Barion. Test utili in vista dei Campionati Italiani.

Questi i risultati:

Oro: Luigi Dolce sul 1x senior, Alessandro Campobasso sul 1x ragazzi, 2x ragazze di Chiara Tamborrino e Sofia Caliandro, Michelangelo Quaranta sul 1x Junior, 2x ragazzi di Pasquale Tamborrino e Leonardo Bellomo;

Argento: 2x junior sempre di Pasquale Tamborrino e Leonardo Bellomo, Michelangelo Quaranta sul singolo u23 PL, 2x senior A di Luigi Dolce e Giancarlo Leonetti, 4x junior femminile di Quaranta – Tamborrino – Biscardi – Caliandro, Alessandra Quaranta sul singolo ragazze;

Bronzo: Singolo ragazzi di Claudio Straziota, Luigi Tamborrino sul 1x junior, 4x junior maschile composto da Barbone – Scaramuzzi – Schirone – Straziota, 4x Ragazzi maschile con Barbone – Campobasso – Scaramuzzi – Schirone.
Buona anche la prestazione di Ilaria Bovio sul singolo senior femminile.