post

BARI, AL REDENTORE E A SAN SABINO IL BASKET SI GIOCA SUI NUOVI CAMPI GREEN

Bari spalanca gli spazi urbani ai nuovi campi da basket del futuro in gomma riciclata. E’ di queste ore l’inaugurazione di due nuovi campi da basket “green” realizzati con la gomma riciclata dei PFU-Pneumatici Fuori Uso: si potrà così giocare dando una mano all’ambiente. L’intervento è promosso da Ecopneus, la società consortile senza scopo di lucro principale operatore della gestione dei PFU in Italia.

La città di Bari conferma la propria passione per la pallacanestro, dopo aver ospitato – esattamente un anno fa – la Supercoppa 2019 che diede il via alla stagione 2019-20. Un legame che trova conferma anche con l’inaugurazione che ha visto il taglio del nastro di due campi da basket dove sport e ambiente si incontrano, nell’Istituto Salesiano Ss.Mo Redentore e nella Parrocchia di San Sabino.

All’inaugurazione sono intervenuti l’Assessore all’Ambiente e allo Sport del Comune di Bari Pietro Petruzzelli, il Direttore Generale di Ecopneus Giovanni Corbetta, Giorgio Pisano Responsabile Sviluppo Mercati di Ecopneus, il Presidente Regionale FIP-Federazione Italiana Pallacanestro Francesco Damiani, Stefania Scaramuzzi consigliere FIP Puglia, Margaret Gonnella già Presidente FIP Puglia, l’ex capitano della nazionale di basket Giacomo Galanda e alcuni fra i migliori giocatori del ranking del basket 3×3 pugliese.

La particolarità dei due playground è di essere stati realizzati grazie ad oltre 2.000 kg ciascuno di gomma riciclata dai Pneumatici Fuori Uso, un materiale versatile e dalle eccezionali prestazioni che consente di ottenere superfici sportive di altissimo livello e ambientalmente sostenibili. Un’innovazione tecnologica promossa e supportata da Ecopneus per favorire un sempre maggiore impiego della gomma riciclata in quegli impieghi ad alto valore aggiunto – come appunto i campi da basket – dove il suo utilizzo consente di migliorare le performance rispetto alle soluzioni convenzionali e salvaguardare la salute degli atleti, contribuendo inoltre all’economia circolare in Italia.

Questo intervento – dice Petruzzelli – è la prova concreta del valore dell’economia circolare: i due nuovi campi da basket declinano al meglio i principi della sostenibilità ambientale e dello sport in chiave sociale. Sapere che dal recupero degli Pneumatici Fuori Uso possano nascere superfici sportive di straordinaria qualità come quelle che da oggi ospitano le parrocchie di San Sabino e del Redentore, due punti di riferimento importanti per i ragazzi della città, è un fatto che ci fa ben sperare per il futuro’’.

Ci auguriamo che i campi inaugurati quest’oggi siano solo i primi di molti altri che vorremmo nascessero a Bari così come in molte altre città italiane” ha dichiarato Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus. “Oltre ad essere luoghi di aggregazione belli e funzionali, aiutano a trasmettere anche un messaggio positivo, specialmente per le nuove generazioni: il riciclo dei materiali è essenziale per una crescita economica sostenibile e per il bene dell’intera collettività. Anche lo sport, oggi e nel futuro, può infatti essere ambientalmente sostenibile”.

“Ogni nuovo spazio dedicato al basket è motivo di grande soddisfazione, per il movimento regionale” ha dichiarato il Presidente Regionale FIP Francesco Damiani. “In questo caso la soddisfazione è doppia, perché si tratta di campi all’aperto e in contesti che necessitano di spazi aggregativi per la comunità. È una cornice davvero ideale per una disciplina emergente come il 3×3 su cui la Federazione sta investendo risorse ed impegno. Il nostro auspicio è potervi presto organizzare qualcosa di importante”.

Nelle superfici sportive in gomma riciclata Tyrefield per il basket, la gomma viene utilizzata per realizzare il tappetino di base sotto il campo da gioco. Le miscele utilizzate sono progettate per ottenere sia un adeguato assorbimento degli urti che una ottimizzazione del ritorno dell’energia elastica, che conferisce una perfetta risposta alle esigenze biomeccaniche dell’atleta, una riduzione dell’affaticamento muscolare, l’attenuazione dei microtraumi e un miglioramento complessivo della prestazione sportiva.

Il basket è una delle discipline su cui si sta concentrando l’impegno di Ecopneus, con particolare attenzione anche alla declinazione di “strada” ossia il basket 3×3 nato negli anni ’60 negli USA e che l’anno prossimo farà il suo debutto alle Olimpiadi di Tokyo 2021.

Per individuare la migliore superficie possibile per il basket, Ecopneus si è affidata proprio a Giacomo “Gek” Galanda, icona della pallacanestro italiana. Grazie alla sua esperienza ai più alti livelli, e alla collaborazione di altri professionisti come l’esperto internazionale di postura, ergonomia e biomeccanica il Prof. Mauro Testa e alcune aziende specializzate in pavimentazioni in gomma riciclata, è stato possibile individuare, realizzare e infine testare diverse superfici in gomma riciclata, fino a trovare la composizione ideale. Queste pavimentazioni nascono quindi dalla perfetta combinazione di ricerca scientifica, sostenibilità ambientale e di innovazione applicata allo sport. L’obiettivo ambizioso di Ecopneus è quello di diffondere il più possibile un concetto tanto semplice quanto importante: la superficie su cui si gioca è fondamentale sia per la salute dell’atleta che per i risultati sportivi raggiungibili e i campi da gioco in gomma riciclata aiutano gli atleti a giocare meglio e più a lungo, attraverso una soluzione che oltretutto contribuisce anche all’affermazione di una società fondata sul riciclo.

fonte notizia e foto Fip

post

PAVIMARO MOLFETTA DI CORSA VERSO LA B

Tempo si ripresa in casa Pavimaro Molfetta. Dopo oltre sei mesi di stop forzato – fa sapere la società del nordbarese – domani pomeriggio 16 settembre scatta il primo raduno stagionale. Pallacanestro Molfetta pronta quindi a ripartire in vista del prossimo campionato di B (debutto il 15 novembre al Pala Poli contro San’Antimo).

Unico riconfermato rispetto alla passata stagione – si legge nel comunicato ufficiale – è il playmaker Federico Angelini. In estate sono arrivati in biancorosso Gambarota, Bini, Visentin, De Ninno, Dell’Uomo, Calisi, Tartaglia. Aggregati alla prima squadra anche i giovanissimi del settore giovanile dei Molfetta Ballers Totagiancaspro, Mezzina, Kodra, Sasso e Caniglia. Si torna a lavorare agli ordini di Coach Carolillo, del suo staff tecnico e del preparatore atletico Domenico De Gennaro, per preparare al meglio i primi impegni stagionali previsti per il mese di ottobre con la Supercoppa del Centenario, prima dell’esordio nel campionato“.

Nei giorni scorsi tutti gli atleti e lo staff della Pavimaro Pallacanestro Molfetta si sono sottoposti al test sierologico che ha dato esito negativo. Almeno inizialmente, gli allenamenti si terranno a porte chiuse.

FONTE NOTIZIA E FOTO Pallacanestro Molfetta

post

PAVIMARO MOLFETTA, A BISCEGLIE L’ESORDIO IN SUPERCOPPA

I biancorossi molfettesi del basket esordiranno domenica 11 ottobre (ore 18) al PalaDolmen di Bisceglie: questo il debutto nella Supercoppa del Centenario che vedrà coinvolte tutte le squadre iscritte al prossimo campionato di serie B. Si parte l’11 ottobre per terminare con la final eight dal 6 al 8 Novembre. La Pavimaro Pallacanestro Molfetta è inserita nel gruppo R con Lions Bisceglie, Pallacanestro Nardò e Talos Basket Ruvo.

La formazione biancorossa affronterà le altre squadre in gare di sola andata. Passerà alla fase successiva solo la prima classificata che andrà ad affrontare – in uno spareggio – la vincente del gruppo Q composto da Salerno, Sant’Antimo, Pozzuoli e Avellino.

La squadra guidata da Coach Carolillo farà il suo esordio in gare ufficiali, domenica 11 ottobre alle ore 18 sul parquet del PalaDolmen di Bisceglie, prima di due impegni consecutivi casalinghi: lunedì 19 ottobre alle 20 contro la Pallacanestro Nardò e domenica 25 ottobre sempre alle 18 contro la Talos Basket Ruvo.

FONTE NOTIZIA E FOTO Ufficio Stampa Pallacanestro Molfetta

post

FRANCESCO DAMIANI, NUOVO NUMERO UNO FIP PUGLIA: IL BASKET POST COVID RIPARTIRA’ DAI MOVIMENTI DI BASE E FEMMINILE, MA OCCHIO ANCHE ALLE REALTA’ CONSOLIDATE

Francesco Damiani, 47enne barese, è il nome nuovo alla testa della pallacanestro pugliese. Sarà lui, infatti, a guidare la Federbasket regionale nel quadriennio 2021-2024. Il neo presidente regionale succede a Margaret Gonnella, in carica dal 2004: “Ringrazio le società per la fiducia – le prime parole ufficiali di Damiani – . Il lavoro della presidente uscente Gonnella ha offerto al movimento pugliese una rilevanza notevole, a livello nazionale e non solo. Partiamo da qui per continuare ad avvicinare il comitato alla base e alla società. Ci aspetta una stagione impegnativa per l’emergenza sanitaria ancora in corso ma confidiamo di valorizzare il nostro patrimonio cestistico, anche grazie all’esperienza dei consiglieri riconfermati“.

FOCUS SU BARI E PROVINCIA – “Il movimento cestistico della provincia barese – dice Damiani ai microfoni di Barinrete – copre tutte le zone. Non ci sono territori in cui non si giochi a basket. Molto dipende dal fatto che tanta gente che ha smesso di giocare, nel tempo ha costruito una propria società allargando il cerchio col mini basket, settore giovanile e così via. Stesso discorso in tutta la Puglia, con Brindisi in testa e dove la pallacanestro è religione. Ma la provincia di Bari si difende bene“.

Adria, Angiulli e Cus la fanno da padrone per la città di Bari – aggiunge Damiani -. Ma non possiamo dimenticare altre realtà più piccole che disputano i tornei giovanili, di Prima Divisione e Promozione. In provincia, Ruvo e Molfetta sono titolate a livello di campionati nazionali. Un po’ fuori dal capoluogo, Mola e Monopoli vantano storia e tradizione“.

Il mio primo intervento sarà sul settore femminile, perché a realtà consolidate si affiancano anche zone della regione totalmente scoperte. Bambine a cui piace giocare a pallacanestro ce ne sono. Vogliamo aumentare il numero delle praticanti e aiutare le società ad emergere. Rispetto all’emergenza Covid, ci sono tante difficoltà legate agli impianti. Sia per le palestre che per i palazzetti. Dovremo effettuare un monitoraggio per capire, in accordo con le istituzioni, come consentire alle società di svolgere attività. Molti presidi scolastici si stanno tirando indietro sulla concessione delle palestre per questioni di responsabilità e sanificazione degli ambienti. Bisognerà trovare un modo per farle riaprire. Ci faremo trovare pronti per l’inizio dei campionati regionali che partiranno da metà novembre in poi. A breve ufficializzeremo i calendari“.

CHI E’ FRANCESCO DAMIANI – Di seguito le informazioni sul profilo del nuovo presidente Fip Puglia riportate sul sito istituzionale del Comitato Regionale.

Francesco Damiani, 47 anni, barese, avvocato e giornalista pubblicista, ha ricoperto per Fip Puglia la qualifica di responsabile delle selezioni regionali giovanili dal 2011 al 2020, partecipando a nove edizioni del Trofeo delle Regioni. Ha iniziato la carriera da dirigente sportivo nel 2000 nella Polisportiva Futura di Bari. Nel 2004 il passaggio al Cus Bari dove ha ricoperto vari ruoli sia nel settore giovanile che in prima squadra fino a diventare team manager nel campionato di Dna e Serie A2 Silver. Nel 2007/2008 è stato vice responsabile del settore giovanile dell’Olimpia Milano, mentre dal 2009 al 2011 ha ricoperto l’incarico di responsabile organizzativo del settore giovanile dell’A.S. Basket Corato.

Ha conseguito un master in “Organizzazione e gestione delle società e degli enti sportivi” presso l’Università di Bari e ne sta conseguendo un altro in “Marketing e sport management” presso l’Università Tor Vergata di Roma.

Al suo fianco ci saranno anche sei membri del Consiglio: Valentino Mandolfo, Victor Joal Casulli, Giuseppe Olive e Spartaco Grieco, confermati nella carica, e Stefania Scaramuzzi e Felice Zicari, alla prima esperienza da consiglieri.

Pierpaolo Paterno

fonte foto Fip Puglia

post

LA GEOGRAFIA DEL BASKET BARESE

Questa la geografia delle squadre di pallacanestro barese che prossimamente parteciperanno ai campionati di competenza. Riflettori non solo puntati sulle squadre più titolate come Ruvo e Molfetta. Da seguire con attenzione anche le sorti nella C Gold delle coratine, Virtus Molfetta e, tra le altre, Adria Bari. Il capoluogo si difenderà anche nella C Silver col Cus (sarà affiancato da AP Monopoli) e in D dall’Angiulli. Con quest’ultima l’ennesima molfettese Junior, poi Rutigliano, Santeramo e Bitonto.

SERIE B (campionato nazionale)

Girone D: Tecno Switch Ruvo di Puglia – Pallacanestro Molfetta

SERIE C GOLD (campionato regionale)

Basket Corato – Action Now! Monopoli – Nuova Matteotti Corato – Libertas Altamura – Mola New Basket 2012 – Virtus Molfetta – Adria Bari

SERIE C SILVER (campionato regionale)

Cus Bari – AP Monopoli

SERIE D (campionato regionale)

Angiulli Bari – Olympia Club Rutigliano – Murgia Santeramo – Sporting Club Bitonto – Junior Molfetta

Nella foto un’immagine di repertorio dell’Adria Bari (fonte profilo FB)