post

RUGBY & FOOTBALL AMERICANO: A CATINO IL NUOVO STADIO ENTRO IL 2021

BARI – Con la pubblicazione dell’avviso pubblico – lo scorso 28 dicembre – per la procedura di gara (scadenza 15 gennaio) inizia ufficialmente il conto alla rovescia per la realizzazione del nuovo stadio del rugby e del football americano in località Catino. Il progetto (durata 1 anno dall’affidamento dei lavori) – già completo e nelle disponibilità dell’amministrazione comunale – è stato finanziato dal bando Sport e periferie per un importo complessivo di 2 milioni di euro, metà finanziati dal Governo.

Fatta salva solo l’attuale recinzione, oltre al campo da gioco in erba naturale il progetto prevede una gradinata da 500 posti, tribune coperte da una struttura che diventa portico monumentale. Quindi un parcheggio alberato, una palestra e spogliatoi aperti anche ai residenti del quartiere. Senza dimenticare spazi destinati al “terzo tempo”, rituale conviviale delle due discipline. Le società coinvolte nella futura gestione saranno il Navy Seals per il football americano e le Tigri Bari per il rugby.

Gennaro Totaro, vice presidente del Rugby Bari, non nasconde la soddisfazione: “Dopo il blocco dettato dal Covid, finalmente ci siamo. Una esclusiva per la palla ovale barese nella storia della città”. Al di là degli aspetti tecnici, contano quelli sportivi: “Per noi cambia molto. Dopo anni al Della Vittoria, avremo una struttura a nostra disposizione h24 e con più possibilità di definire tanti progetti. A partire dalla reception e la club house, la palestra, gli uffici amministrativi e dei locali per il tempo extrascolastico. Tutti concentrati in un’unica struttura. Cresceremo anche dal punto di vista organizzativo, by-passando i problemi legati agli orari di utilizzo dell’impianto. Il sito del nuovo stadio a Catino, un ex campo di calcio mai terminato, è strategico perché permetterà la rivalutazione della periferia cittadina sia dal punto di vista sportivo che sociale”.

“Per la gestione – continua Totaro – faremo una sorta di consorzio con la Navy Seals scegliendo la migliore soluzione giuridica per tutti. Col football americano il discorso è già consolidato dopo l’esperienza maturata al Della Vittoria per gestione, lavori e tempi di utilizzo. La stessa cosa avverrà a Catino, dove in più avremo anche l’impianto di illuminazione che permetterà di svolgere per entrambi attività di gara anche il pomeriggio o la sera del sabato. Con le partite in calendario troveremo un compromesso insieme agli amici del football. Insieme all’assessore allo sport Petruzzelli abbiamo anche partecipato alla fase progettuale per fornire indicazioni pratiche. Dai magazzini al campo. Il nostro ha dimensioni più ampie e per le tracciature avremo due colori a vernice diversi. Abbiamo dovuto intersecare i regolamenti dei due sport. Ci sono delle differenze per esempio sui pali. I nostri sono sulla linea di meta, quelli del football a fondo campo”.

“Felicissimi, aspettavamo questa notizia da tanto tempo e finalmente sembra un sogno che si realizza. Speriamo prima possibile”, le parole di speranza del tecnico del Rugby Bari Vincenzo Scarano.

Gaetano Bitetto è il numero uno del NAvy Seals Bari (nome che racchiude la produttiva collaborazione con i SeaMan Milano), associazione sportiva American Football Team BARI nata nell’ottobre del 2010 come Patriots e poi – nel 2015 – evoluta nella nuova denominazione: “La notizia di uno stadio dedicato è molto positiva, una svolta perché avremo uno spazio adeguato al football amaricano. Con tutto il rispetto per il Della Vittoria, giocare e allenarci in una nostra struttura ci darà la possibilità di contare su un campo tutti i giorni dell’anno. Oltre che allargare la base degli attuali quaranta tesserati. Senza dimenticare il significato sociale di operare in un quartiere periferico che noi consideriamo un valore aggiunto. Al momento il campionato di C è fermo e speriamo di ripartire quanto prima per difendere i colori della città nel nome del football americano anche in categorie più importanti”.

Fonte La Gazzetta del Mezzogiorno

post

RUGBY / IL GIORNO DOPO IL DPCM DEL 18 OTTOBRE: PROSEGUONO ATTIVITA’ SENIOR NAZIONALI E REGIONALI

Prime risposte delle Federazioni Sportive al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri firmato ieri sera ed in vigore da oggi – 19 ottobre 2020 – . I primi a prendere una posizione sono i vertici della palla ovale che con una nota ufficiale forniscono indicazioni e modalità di applicazione delle nuove disposizioni governative.
La Federazione Italiana Rugby informa che, in ottemperanza al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 18 ottobre 2020, tutta l’attività seniores a carattere nazionale e regionale potrà proseguire regolarmente sull’intero territorio. Sono pertanto consentiti gli allenamenti e la regolare disputa di competizioni per le Società partecipanti all’attività nazionale – Peroni TOP10, Coppa Italia, Serie A Maschile, Serie A Femminile, Serie B, Serie C Girone 1 – nonché la regolare prosecuzione degli allenamenti e delle competizioni regionali seniores, vale a dire la Serie C Girone 2 e la Coppa Italia Femminile.
Sono inoltre consentiti gli allenamenti e la regolare disputa di incontri, sulla base dei calendari definiti dai Comitati Regionali competenti, dell’attività dell’Under 18 Elite Maschile, U18 Regionale Maschile e Femminile ed Under 16 Maschile e Femminile.
Relativamente all’attività U14 Maschile e Femminile sono in corso contatti con i competenti organi di Governo: sino a ulteriori comunicazioni, l’attività potrà continuare limitatamente agli allenamenti individuali. Può allo stato proseguire esclusivamente in forma individuale l’attività U12, Minirugby e attività amatoriali Old, Touch e Tag-Rugby.
fonte Fir
post

RUGBY / DOMANI L’ASSEMBLEA ORDINARIA PUGLIESE A MONOPOLI

In attesa di riprendere la fase agonistica nel rispetto delle norme sanitarie, il rugby pugliese e barese si da appuntamento a domani, sabato 17 ottobre a partire dalle ore 9.30, alla Tenuta Chianchizza di Monopoli. L’occasione sarà utile per fare il punto della situazione del movimento rugbistico regionale  alla luce dell’emergenza Covid in corso. Nel dettaglio, si svolgerà l’ Assemblea Ordinaria Regionale con lettura, analisi, discussione ed approvazione della Relazione Tecnico Morale Finanziaria per l’anno 2019/2020 con la partecipazione di tutte le società pugliesi.
L’assemblea si terrà all’aperto, rispettando tutti i protocolli di sicurezza COVID del DPCM e FIR.
fonte notizia e foto Fir Puglia
post

FIR LANCIA PIATTAFORMA E-LEARNING PER FORMAZIONE ALLENATORI

La Federazione Italiana Rugby muove un nuovo passo nel proprio processo di trasformazione digitale con la creazione, in collaborazione e con il supporto tecnico di Atleticom, di una piattaforma rivolta alla formazione degli allenatori, che sostituirà i momenti in aula per l’acquisizione delle conoscenze del ruolo.

Da lunedì 5 ottobre, su federugby.it, sarà possibile accedere al portale di e-learning che offre i corsi per gli allenatori di livello 1, 2 e 3 rivolti rispettivamente a bambini, adolescenti ed adulti.

Gli aspiranti allenatori potranno così decidere in autonomia come e quando seguire i corsi e definire le tempistiche di compilazione dei test teorici, con un’accresciuta flessibilità nella partecipazione e la possibilità di costruirsi su misura il proprio percorso formativo.

Al lancio della piattaforma di e-learning, la formazione online sarà rivolta ai primi tre livelli di brevetti federali per allenatori: entro la Stagione Sportiva 2020/21, l’offerta formativa si arricchirà dei corsi specialistici per preparatori atletici e rugby seven che, nel mentre, continueranno ad essere accessibili nella sola modalità fisica, e di ulteriori corsi in ambiti specifici mai svolti precedentemente.

Ad introdurre e condurre i corsi di formazione online, con alcune interessanti digressioni nel campo della cultura italiana, il capo allenatore della Nazionale Italiana Femminile Andrea Di Giandomenico, affiancato nei vari momenti di formazione da altri tecnici federali.

Il lancio di una piattaforma di formazione digitale – ha dichiarato Daniele Pacini, Responsabile del Rugby nazionale FIR – è, oltre che commisurata al momento storico che stiamo attraversando, in linea con l’evoluzione dello sport e della società moderna. Il rugby italiano punta a sviluppare processi sempre più accessibili e inclusivi ed in tal senso il lancio di una piattaforma di e-learning è pienamente coerente con la nostra visione”.

Il ruolo di educatore, formatore ed allenatore – ha aggiunto Pacini – rappresenta un insieme di conoscenze ed esperienze e, con questo nuovo strumento formativo, il Settore Tecnico sarà in grado di essere ancor più presente nel supporto e nel tutoraggio in presenza da parte dei nostri formatori, accelerando e rafforzando il processo di acquisizione di consapevolezza e sviluppo delle competenze”.

FONTE federugby.it

post

RUGBY BARI E DELLA VITTORIA: ARRIVIAMO

Buone notizie dallo Stadio della Vittoria e dalle Tigri del Rugby Bari. Dal profilo facebook della società biancorossa si apprende dei lavori in corso per rendere la struttura di via di Maratona agibile, disponibile e sicura alla ripresa delle attività legate alla palla ovale barese.
Stiamo rendendo la nostra casa super sanificata, più bella e pulita che mai! Ci siamo quasi, non temete…la meta è davvero vicina…“.
Questo il messaggio delle Tigri agli amici del rugby barese.