post

LA WATERPOLO BARI TORNA A NUOTARE. TAU: IN PISCINA, ASPETTANDO I CAMPIONATI

BARI – La Waterpolo Bari torna a vivere. Pandemia Covid permettendo, la società del presidente Merlini prova a muovere i primi passi della ripresa agonistica di tutti i suoi settori.

La prima manifestazione ufficiale del sodalizio biancorosso è stata la Coppa Brema di nuoto (quarto posto), prima di Natale a Giovinazzo: “Un bellissimo risultato che ci premia degli sforzi che stiamo compiendo in questo periodo di restrizioni”, le parole del dirigente barese Giovanni Tau. “I riflettori – continua – sono puntati ovviamente su tutte le discipline. I team della pallanuoto, per esempio, hanno ripreso il venerdì prima di Natale nella nostra piscina indoor da 25 metri dopo gli allenamenti al Cus. I settori agonistici stanno rientrando in previsione della ripresa dei tornei a gennaio. E, cioè, Senior, Under 18, 14 e 12. Nella squadra di B manca ancora qualcuno che preferisce aspettare in via precauzionale”. Tra questi i veterani Orsi, Santamato, Padolecchia, Martiradonna e Palmisano. Mister Risola, affiancato da Andrea Carnimeo e Daniele Di Pasquale – per questi giorni di feste natalizie – ha definito un programma di rifiniture: “Per la zona rossa – precisa Tau – non abbiamo riaperto nei giorni festivi. Nelle giornate in zona arancione siamo in piscina. Ci si allena tutti i giorni in orario serale”.

La vasca piccola dello Stadio del Nuoto è finalmente funzionante dopo i lavori di manutenzione straordinaria: “Se non riparte l’attività di base non possiamo programmare la riapertura della piscina grande. I lavori sono ultimati e a livello interno abbiamo trovato un lieve punto di equilibrio. Grazie alla collaborazione di tutti i settori agonistici, abbiamo potuto contare su un contributo volontario legato alla distribuzione di oltre 200 felpe sociali. Un’iniziativa di sostegno alla riapertura della piscina piccola. Sempre nel rispetto delle normative, potremo così mantenere vive le attività per i prossimi mesi. Sulle quali, ad oggi, non abbiamo indicazioni né dalla Fin nazionale né da quella regionale. Per quest’ultima, siamo in ritardo rispetto alle altre realtà d’Italia dove si è già messo mani ai calendari per i campionati giovanili. La B dovrebbe cominciare a fine gennaio, in un modo o nell’altro. Ma dettagli, al momento, non ne arrivano”.

“Non abbiamo previsto scambi di auguri tra staff e atleti. Abbiamo solo vissuto un momento di condivisione pre natalizio – conclude Tau – con il personale di manutenzione e alla presenza del presidente Merlini”.