post

CITRO: DA SALERNITANO, A BARI MI SENTO A CASA

Interessante intervento di Nicola Citro ai microfoni di RadiBari nel consueto appuntamento del mattino con Enzo Tamborra. Così l’attaccante biancorosso sul suo momento personale e su quello del Bari: “Sono cresciuto nella forma fisica, non avendo fatto la preparazione. Ora mi sento bene e l’intesa con i compagni cresce. Sono quasi al cento per cento. Questo è il motivo della buon prestazione di ieri, contro il Catanzaro. Ieri abbiamo fatto una grande partita, contro un avversario che non va sottovalutato. Siamo stati bravi nella pressione sin dal primo minuto. Un nostro merito, aver capito la partita mettendola sui ritmi che volevamo”.

Ho scelto di  venire a Bari- confessa Citro – anche se avevo altre proposte. Era impossibile dire di no alla chiamata del Bari, per la piazza, per la storia e per il progetto. E’ difficile risalire, ma ce la metteremo tutta per raggiungere l’obiettivo. Il calcio non è semplice, devi vincere. E ci sono partite e partite. Poi sono nativo di Salerno ed il gemellaggio col Bari l’ho vissuto anche da tifoso. Molti miei amici salernitani hanno parecchie amicizie con gli ultras del Bari. Da un punto di vista caratteriale, questo rapporto di amicizia mi spinge a fare meglio. A Bari mi sento a casa. E poi mi chiamo anche Nicola, un nome caro a questa città. Spero di ricambiare con le prestazioni la scelta della società su di me. A Bari mi hanno voluto Auteri e il ds Romairone. Dobbiamo cercare di fare più punti possibili. Cercheremo di approfittare di un passo falso della Ternana, guardando a quello che dobbiamo migliorare. E farlo in fretta.  Questo Bari ha dei giocatori molto tecnici. Vedi Antenucci, un grande giocatore. Una grande persona anche fuori dal campo”.

foto Ssc Bari

Rispondi