post

BIANCO: PAGANI, TERRENO DI GIOCO OSTICO. SERVIRANNO TECNICA E AGONISMO

Deciso e pragmatico, Raffaele Bianco è intervenuto poco fa ai microfoni di TeleBari alla vigilia della trasferta di sabato pomeriggio sul campo della Paganese. Un terreno difficile, dove il Bari dovrà tirare fuori tante energie per non perdere colpi nella corsa verso il primato della classifica: “Dopo Caserta e Catanzaro – le parole del centrocampista– veniamo da due prestazioni molto positive. Sabato c’è subito un altro esame, su un campo ostico dal punto di vista del terreno di gioco e contro una Paganese che giocherà alla morte. Sappiamo a cosa andiamo incontro, perché tutte contro di noi cercano di fare la partita della vita. La stiamo preparando bene, e al di là del nostro valore tecnico dobbiamo metterci qualcosa in più dal punto di vista agonistico per spuntarla”.

Un pensiero al primo posto: “Noi lottiamo per questo ed essendo in una situazione di svantaggio non dipende solo da noi. Nelle prossime quattro partite dobbiamo cercare di ottenere dodici punti e cercare di sfruttare qualche possibile falso di chi sta davanti a noi che sta facendo qualcosa di molto importante. Dobbiamo concentrarci su noi stessi. Il processo di crescita non è ancora completato. Bisogna essere cattivi sotto porta e concretizzare di più quanto creiamo e rendere le partite un poco più agevoli“.

fonte notizia TeleBari

fonte foto Ssc Bari

Rispondi