post

VERSO PAGANI / AUTERI: MOTIVAZIONI ALTISSIME, LE PARTITE VANNO VINTE SUL CAMPO

Direzione Pagani dove domani il Bari sarà di scena per il turno numero 14 di campionato, Gaetano Auteri scioglie subito il principale dubbio di formazione: “Marras sta bene e ha recuperato. Concentriamoci sull’immediato presente, che è Pagani. Da questo presente passa il futuro. Non so se la partita vinta contro il Catanzaro possa considerarsi una traccia del mio Bari. Le partite sono tutte diverse. Siamo cresciuti sul piano della continuità e dei ritmi. Dobbiamo essere bravi ad interpretare le gare e avere la capacità di prendere scorciatoie e avere atteggiamenti diversi. Ma la nostra linea resta la stessa”.

“Ci può stare che un calciatore possa manifestare un malcontento”, dice Auteri riferendosi allo sfogo di Antenucci dopo la gara contro il Catanzaro. “Mi sembra che ci siano spesso dei giudizi anticipati. Ma questo fa parte di tutte le grandi piazze. E Bari è una grande piazza in cui facilmente si emettono giudizi. Dobbiamo distaccarci dai giudizi esterni. Io non ho social, ma i ragazzi alcune situazioni le vivono”.

Auteri sulla Paganese: “Le partite vanno vinte sul campo. La Paganese ha un organico di tutto rispetto e dobbiamo stare in uno stato di allerta massimale. Non ho ancora deciso nulla sulla formazione, ma di certo sfrutteremo tutte le risorse a nostra disposizione. Mi aspetto una partita difficile contro un avversario rognoso che giocherà al massimo delle motivazioni. In un contesto di terreno di gioco non adattissimo, sarà una partita dura, difficile, sporca e da interpretare bene. Mi aspetto sempre mille dai ragazzi. Questo è un gruppo con grandi motivazioni e non c’è bisogno a nessuno di mettere il peperoncino sul culo. I più grandi danno l’esempio. La continuità è importante e dobbiamo pensare a vincere le partite perché non abbiamo altre chance”.

Un riferimento del tecnico anche sull’assenza di Minelli (un altro mese di stop per i postumi Covid) che riduce il numero dei difensori in vista di un importante mese di campionato all’orizzonte: “Voglio pensare positivo. La situazione di Minelli qualche problema ce lo ha creato. Mancano quattro partite prima della sosta, e stanno tutti bene. Tocchiamo ferro. E poi c’è Ciofani che può anche giocare in mezzo, solido e affidabile. Intanto, facciamo queste partite e altre valutazioni si faranno a bocce ferme”.

“Non ho la sfera magica rispetto alla promozione in B. Di certo – conclude Auteri – so che abbiamo una grandissima voglia e una grandissima determinazione. Siamo disposti a mettere nelle contesa sacrificio e grande disponibilità. Il campionato è appena gli inizi e non ho mai visto, a tutti i livelli, stagioni chiuse dopo tredici partite. In questo girone c’è tanto equilibrio e non si chiuderà nemmeno a tre giornate dalla fine. Ci dobbiamo credere perché siamo forti e non abbiamo niente di meno delle altre squadre. Abbiamo la coscienza e il dovere professionale che le nostre motivazioni devono essere altissime”.

Rispondi