post

BARI, SOLO 0-0 CON LA VIBONESE. ANTENUCCI SBAGLIA UN RIGORE. LA TERNANA VINCE AD AVELLINO E SEMBRA IRRAGGIUNGIBILE

Bari-Vibonese 0-0
BARI (3-4-3): Frattali, Ciofani, Sabbione, Di Cesare, Semenzato (27′ st D’Ursi), Maita, De Risio (1′ st Lollo), D’Orazio, Marras (37′ st Simeri), Antenucci, Montalto (27′ st Candellone). A disp.: Liso, Marfella, Perrotta, Hamlili, Corsinelli, Celiento, Andreoni. All. Auteri.
VIBONESE (3-4-3): Marson, Mahrous, Rasi, Redolfi, Sciacca, Berardi (37′ st Parigi), Ciotti, Tumbarello, Statella, Laaribi, Plescia (37′ st Spina). A disp.: Mengoni, Prezzabile, La Ragione, Falla, Leone, Ambro, Di Santo, Montagno, Riga, Vitiello. All. A. Galfano.
ARBITRO: Saia di Palermo.
NOTE: Pomeriggio piovoso, ma terreno in buone condizioni. Al 13′ st Marson para un rigore ad Antenucci. 30′ st espulso Montalto dalla panchina per proteste. 41′ st espulso Sabbione per doppia ammonizione. Rec. 0 pt e 5′ st.
BARI – Terzo pareggio stagionale beffardo per il Bari di Auteri che non va oltre lo 0-0 nel match interno della 15ma giornata contro la Vibonese. Un’occasione sprecata per mantenere i contatti con la capolista Ternana che invece vince ad Avellino e si porta addirittura a più nove sui biancorossi. Un divario enorme che il Bari non riesce proprio ad arginare, mancando la quarta vittoria consecutiva e conservando un secondo posto senza infamia e senza lode. Chance fallita come il rigore sbagliato al 13′ del secondo tempo da Antenucci. La fotografia di un incontro stregato, condito dalle due espulsioni di Montalto e Sabbione e dall’ammonizione di De Risio che – diffidato – salterà la prossima contro l’Avellino.
Prima di cominciare, tutti fermi un minuto di raccoglimento per ricordare Paolo Rossi.
Con Celiento in panchina, Auteri ridisegna la difesa arretrando Ciofani nella linea a tre insieme a Sabbione e Di Cesare. Logico spostamento del rientrante D’Orazio e di Semenzato sugli esterni di centrocampo. In mezzo fanno coppia fissa Maita e De Risio. Carichi pesanti in attacco col tridente Antenucci, Montalto e l’altro rientrante di giornata Marras.
Si gioca sotto una pioggia battente. La prima conclusione in porta è della Vibonese (4′) con Statella che costringe Frattali alla prima parata di giornata. Buono l’avvio degli ospiti che al 13′ sfiorano il vantaggio con Rasi dagli sviluppi di un corner. Ancora brividi per la difesa biancorossa che rischia grosso al 18′ quando Plescia raccoglie al volo un cross dalla sinistra e conclude di pochissimo alto sulla traversa. Al 24′, da registrare anche un sinistro di Berardi intercettato da Frattali. Sembra un monologo calabrese, col Bari schiacciato dalla pressione e dai ritmi elevati della squadra di Galfano.
La prima sortita biancorossa arriva al 27′ con un radente di Antenucci sfilato di pochissimo sulla sinistra del portiere. Il Bari si sveglia dalla mezzora in avanti e crea le condizioni per segnare. Al 36′, Semenzato fa suo un traversone rasoterra dal fondo di Marras, ma la palla è salvata sulla linea di porta da un difensore ospite. I pugliesi crescono e al 41′ un destro di Antenucci conclude la corsa sulla trasversa. Sul finire del primo tempo, Maita calcia una punizione destinata ad Antenucci che coglie il palo con palla in carambola intercettata da Marson. Primo segmento che va in archivio con un fendente di Maita agguantato dal portiere.
Si riparte nel secondo tempo con la novità Lollo al posto di De Risio (salterà Avellino per squalifica) in un centrocampo in cui Maita continua a giganteggiare. Per il Bari, che ora attacca da sinistra a destra osservando il match dalla tribuna centrale, un pallonetto da dimenticare di Semenzato (pallone fuori misura) inaugura la seconda parte della contesa. L’occasione più ghiotta giunge però al 13′ con un rigore concesso per fallo da ultimo uomo su Montalto. Ma – dal dischetto – Antenucci si fa respingere la palla sulla destra da Marson. La replica ospite, una conclusione al lato di Berardi (23′). Intorno alla mezzora, Auteri inserisce D’Ursi e Candellone per Semenzato e Montalto (sarà espulso poco dopo dalla panchina). Una grande conclusione di Antenucci (33′) deviata in angolo dal solito portiere fa pregustare il vantaggio ai padroni di casa. Auteri concede gli ultimi dieci minuti di partita a Simeri (rileva Marras). Il Bari termina anche in inferiorità numerica per espulsione di Sabbione (doppio giallo). Con De Risio e Montalto, il difensore salterà la sfida di domenica prossima – sempre al San Nicola – contro l’Avellino. Ennesimo appuntamento da vincere. Il ritornello non cambia, mentre le giornate passano ed il primo posto si allontana sempre più.

Rispondi