post

BARI FLOP: ALLA CAVESE UN PAREGGIO CHE STA STRETTO

Bari-Cavese 1-1

BARI (3-4-3): Frattali, Sabbione, Minelli (23′ st Citro), Di Cesare, Ciofani, Maita (9′ st Bianco), De Risio (35′ st Lollo), Rolando (9′ st Sarzi), Marras, Candellone, D’Ursi. A disp. Marfella, Fiory, Perrotta, Celiento. All. Auteri.

CAVESE (3-4-3): Kucich, Matino (38′ st Marzupio), Ricchi (29′ st Semeraro), Lulli (29′ st De Marco), Montaperto (18′ st Scoppa), Matera, De Franco, Bubas, Lancini, Natalucci, Gerardi (38′ st Calderini).  A disp. Russo, Favasuli, De Rosa, Gatto, Nunziante, Pometti, Senesi. All. Campilongo.

ARBITRO: Delrio di Reggio Emilia.

MARCATORI: 44′ pt Bubas; 27′ st D’Ursi.

NOTE: 2′ rec. pt; 6′ rec. st.

BARI – La brutta copia del Bari che ha perso sabato scorso a Teramo si rivede nel turno infrassetimanale al San Nicola contro la cenerentola Cavese. Squadra campana che spaventa i biancorossi di Auteri imponendo un 1-1 che alla fine sta stretto alla squadra di Campilongo. Pareggio con tanti lati oscuri per il Bari, sul piano tattico e tecnico. Quadro aggravato dall’infortunio di Mirco Antenucci, tenuto a riposo per un affaticamento muscolare. E di Rolando, bloccato ad una caviglia durante la partita.

Il Bari giochicchia senza produrre frutti. Sul taccuino ci finiscono un’incursione di Ciofani (11′) per una palla vagante che attraversa tutta l’area ospite senza che nessuno intervenga. Il lampo arriva al 16′ quando De Risio colpisce la traversa piena. Interessante ma improduttiva la combinazione Maita-Marras (28′) per l’accorrente Ciofani che sbatte sul muro Ricchi. A seguire (29′), finisce sull’esterno la parabola di Maita con un tiro a giro. Quelli biancorossi sono solo fuochi di paglia. Tutto il contrario della Cavese che sul finire del primo tempo concretizza la palla più ghiotta passando in vantaggio con Bubas: controllo e sinistro vincente su assist al bacio di Matera.

Per la reazione del Bari bisogna attendere il 27′ della ripresa. E, cioè, l’imbucata di D’Ursi su assist di Sarzi che riporta l’equilibrio nel punteggio. Sull’1-1, la Cavese ha la palla del raddoppio (32′), ma Frattali si oppone alla grande al destro di Gerardi diretto nel sacco. Pressapoco la stessa nitida occasione capitata a Candellone (41′) che si allunga la palla del 2-1 a due passi dal portiere. Niente a che vedere con la traversa piena scehggiata da Matera (46′) direttamente da punizione dal limite. Finisce qua. Ed è una fortuna.

Rispondi