post

IL CONSIGLIO FEDERALE FIGC: NO A SUPERLEGA E MULTIPROPRIETA’

Si è concluso pochi minuti fa il Consiglio Federale delle Figc che si è espresso su due importanti nodi del calcio italiano: si è detto no alla Superlega e alle multiproprietà. Situazione quest’ultima che coinvolge direttamene Bari e Napoli, attualmente sotto la stessa egida della medesima proprietà (Filmauro in capo alla famiglia De Laurentiis). Di sicuro, un nodo spinoso che rende ancora più cupo il futuro del club pugliese, oggi in C e alle prese con una delle stagioni più disastrose della sua storia calcistica.

Due quindi le importanti modifiche regolamentari, tra cui il divieto di plurime partecipazioni di controllo da parte di un medesimo soggetto in ambito federale e la cosiddetta norma ‘anti Superlega’, che impedisce l’iscrizione ai campionati nazionali per i club che partecipino a competizioni organizzate da organismi privati non riconosciuti da UEFA e FIFA.

Queste le decisioni più significative assunte nella riunione odierna del Consiglio Federale, aperto con gli auguri di buon lavoro da parte di Gabriele Gravina ai presidenti Ludovica Mantovani e Franco Carraro e ai neo costituiti Consigli direttivi della Divisione Calcio Femminile e della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale.

fonte Figc

Rispondi