post

AUTERI: HO VISTO ERRORI, MA ANCHE COSE BUONE. STIAMO DIVENTANDO SQUADRA

Pragmatico, ma tutto sommato soddisfatto, Gaetano Auteri si gode la prima vittoria ufficiale da allenatore del Bari. Nel 4-0 sul Trastevere il tecnico ravvisa luci e ombre: “E’ stato un impegno importante perché ufficiale, contro una squadra più debole. Abbiamo fatto cose buone e meno buone. Lavoriamo da un mese e commettere qualche errore in questo momento è piuttosto normale. Ci è servito per verificare la condizione, mettere in pratica i concetti su cui lavoriamo da un po’. Abbiamo fatto anche delle staffette per consentire a più ragazzi di giocare. Sono contento dei progressi e  della crescita di Simeri. Un giocatore molto importante e adatto a quello che dovremo fare. L’ho visto molto meglio. Ha fatto 25′ sciolto nei movimenti. Mi auguro abbia superato le problematiche pregresse. Nel gruppo ci sono altri giocatori forti. Antenucci, per esempio, è mostruoso. Forse serve qualcun’altro perché il campionato sarà lungo e tosto“.

Auteri indica la strada della crescita: “Dobbiamo lavorare sui difetti e aumentare l’intensità. Non entro nello specifico. Non posso sviscerare tutto all’esterno. Voglio un calcio corale. Domenica c’è un esordio in campionato a Francavilla molto importante. Già ci stiamo pensando. Sarà un test probante e ci faremo trovare pronti. Dobbiamo iniziare a giocare da squadra. Sciopero permettendo. Non capisco perché in Italia si arrivi sempre alle estreme conseguenze. Di sicuro, con la regola dei 22 in rosa si perdono dei posti di lavoro. Occorre trovare un punto di incontro e cercare di essere più razionali in quello che decide la Lega e nelle rivendicazioni legittime dei calciatori“.

Ultime parole sull’impatto col San Nicola: “Triste perché noi dobbiamo sperare che tutto ritorni normale. Abbiamo bisogno dei nostri tifosi. Gli faremo trovare la voglia di tornare allo stadio“.

fonte foto Ssc Bari

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.