post

TERAMO / MISTER PACI A MEDIA TV: SIAMO IN RODAGGIO. IL BARI E’ LA PIU’ FORTE

Riportiamo in anteprima le dichiarazioni rilasciate poco fa al partner di BariNrete – MediaTv, trasmissione Fever of Bari del giornalista Marcello Mancino – da Massimo Paci, tecnico del Teramo prossimo avversario domenica prossima al San Nicola per la seconda giornata del campionato di serie C. Teramo reduce dalla trasferta di Coppa persa a Reggio Calabria e tornato in Abruzzo per preparare al meglio la sfida al Bari.

Massimo Paci, 42 anni, ex difensore con trascorsi in serie A (Lecce, Ascoli, Siena, Novara e Parma ) è un tecnico esordiente in serie C. Nelle ultime due stagioni, ha allenato Forlì e Montegiorgio nel campionato di serie D. Ora la grande chance a Teramo. Squadra con la testa al match di domenica: “Sarà un Teramo ancora in fase di rodaggio – fa sapere – Quando arriva un allenatore nuovo, è un cantiere aperto. Affrontiamo un avversario importante come il Bari, una delle protagoniste del campionato. Sarà una sfida affascinante“.

Il calendario mette di fronte un’altra big del girone C dove aver già incontrato il Palermo: “Credo che il Bari sia molto più avanti sia come condizione fisica che come spirito di squadra. Il Palermo, che abbiamo incontrato e battuto domenica scorsa, ha buone individualità e lotterà per vincere, ma in questo momento è in ritardo. Al momento non è ancora squadra“. Paci non condivide la definizione di Teramo a sua immagine e somiglianza, e si sofferma sulle logiche di mercato degli abruzzesi: “Ci tengo a dire che non ho costruito il Teramo a mia immagine e somiglianza. Quest’anno il presidente sta cercando di puntare sui giovani, abbiamo avuto qualche difficoltà per abbassare ingaggi ed età media del gruppo. Mi sono dovuto adattare a questa situazione. Cercherò di dare una mia impronta precisa, un marchio di fabbrica. Sarà un processo lungo. La mentalità si può già vedere, ma per la struttura di gioco occorrerà del tempo“.

Del Bari – ammette – temo di più Antenucci, giocatore completo che trasmette fiducia a tutta la squadra. Il girone C? E’ troppo presto per dare giudizi sulle gerarchie in gioco. Dipenderà da tanti e troppi fattori. Le squadre che hanno allestito rose più importanti delle altre le conosciamo. Ma, come al solito, ci saranno delle sorprese. Come Teramo, daremo sempre il massimo”.

fonte Media Tv

fonte foto Il Centro

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.