post

AUTERI: SQUADRA COMPLETATA DAL MERCATO. ORA TESTA A CAVA E VITERBO

Conferenza stampa di Gaetano Auteri alla vigilia della partenza odierna per Cava dei Tirreni dove domani, ore 18, il Bari sarà in scena per il terzo turno di campionato. Intervento del mister a poche ore dalla chiusura della sessione estiva del calciomercato che ha portato in Puglia gli attaccanti Citro e Montalto: “Abbiamo fatto quello dovevamo fare – attacca l’allenatore del Bari – sia alla luce dell’infortunio di Simeri che dura dallo scorso campionato che dei numerosi incontri infrasettimanali riservati dal calendario. Candellone e Simeri hanno caratteristiche e qualità simili di chi è arrivato. Non c’è nessuno che risolve i problemi da solo. Tutti dobbiamo essere funzionali al progetto stabilito dalla società. Io francamente quello a cui più tengo in questo momento sarebbe svolgere una settimana completa di lavoro tutti insieme. Domani saremo alla quinta partita in due settimane e dovremo essere bravi ad alternare tutti e dare a tutti la possibilità di giocare“.

Ci siamo completati e aspettiamo sempre Simeri. Abbiamo solo bisogno di lavorare insieme. Dovremo essere bravi a gestire le forze e a fare una grande prestazione, sulla falsa riga di quello che abbiamo fatto col Teramo. Alla lunga le prestazioni portano i frutti“.

Auteri sulle esclusioni di Hamlili ed Esposito: “Sono state fatte scelte chiare, senza nessuna confusione. E tutti devono rispettarle. Preferirei concentrarmi sulle partite, contro un avversario tosto che ha giocato tanto tempo fa. A Cava sarà una partita che fa classifica e mette in palio punti importanti. Le mie energie sono concentrate sulla gara di domani. Dovremo avere un filo conduttore – incalza Auteri – valorizzando le qualità migliori di ognuno di noi. Saranno sempre le partite che ci diranno che indirizzo tattico seguire. A Cava e Viterbo giocheremo al massimo delle nostre possibilità. Non ho ancora visto Citro e Montalto, si uniranno in ritiro a Cava. Di ciò che la squadra sta facendo sono contento. Abbiamo sinora disputato ottime gare, ma abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato. Le sintonie si troveranno nel tempo. Non ci sono titolari, nemmeno io. Si raccolgono meriti in campo, motivazioni in allenamento e gli obiettivi della società e delle tifoseria. Ognuno dovrà vivere in funzione di questo. Senza capricci personali. A Cava, per esempio, dovremo fare attenzione. Qualcuno, più stanco, potrebbe non essere in grado di fare la prestazione. Dovremo essere bravi a capirlo prima. Gerarchie e meriti si acquisiscono in campo. Prima o poi, tutti avranno le loro opportunità“.

Nessun cenno alla formazione anti Cavese: “Non ho ancora deciso nulla e terrò conto di tutto. Farò delle scelte sulla base del lavoro svolto insieme ai ragazzi in questi giorni. Visto il campionato, è impossibile che giochino sempre gli stessi. La Cavese è ben allenata. Modica è un allenatore capace, che stimo molto. Una gara ostica contro un avversario organizzato che lavora da tanto tempo. Abbiamo rifiatato, e ci giocheremo la partita sapendo che è molto importante e con gli attributi giusti“.

fonte Ssc Bari

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.