post

BARI SI RIMETTE IN MARCIA: 2-0 ALLA JUVE STABIA E SECONDO POSTO IN CLASSIFICA. TABELLINO E COMMENTO

Bari-Juve Stabia 2-0
BARI (3-4-3): Frattali, Celiento, Di Cesare (c), Perrotta, Ciofani, Maita (1′ st Lollo), Bianco, D’Orazio (34′ st Semenzato), Marras (34′ st De Risio), Antenucci (24′ st Citro), Montalto (19′ st D’Ursi). A disp.: Liso, Marfella, Hamlili, Simeri, Corsinelli, Sabbione, Candellone. All. G. Auteri.
JUVE STABIA (4-3-3) : Tomei, Rizzo, Garattoni (40′ Mulè), Allievi, Mastalli (c), Scaccabarozzi, Romero, Orlando (1′ st Vallocchia), Berardocco (35′ st Bentivenga), Codromaz, Bubas (1′ st Fantacci). A disp.: Lazzari, Maresca, Bovo, Guarracino, Volpicelli, Oliva. All. P. Padalino.
ARBITRO: Angelucci di Foligno.
RETI: 21′ pt Montalto; 41′ pt Antenucci.
BARI – Di buono ci sono la quinta vittoria in otto partite giocate in campionato ed il secondo posto in classifica a quota 17. Il Bari mette alle spalle la prima sconfitta stagionale di Foggia e batte 2-0 la Juve Stabia nel primo dei tre turni ravvicinati che proseguiranno mercoledì sera a Potenza e culmineranno domenica prossima, sempre al San Nicola, contro la capolista Ternana ora distante 4 tasselli ma con una gara in cascina più dei biancorossi.
Auteri cambia modulo. Disegna un 3-4-1-2 per contrastare il 3-4-3 di Padalino. Celiento, Di Cesare e Perrotta in retrovia. In mezzo Ciofani, Maita, Bianco e D’Orazio. Marras e Antenucci a supporto della punta Montalto. Buona la partenza dei biancorossi. Al 4′, D’Orazio serve un assist per Marras. Colpo di testa di un soffio alto. Replica stabiese al 18′ con un tiro di Mastalli deviato in corner su un pericoloso svarione della difesa barese. Match che prende una buona piega per i padroni di casa. A sbloccarla ci pensa Montalto (21′ pt) direttamente da punizione. Un radente dalla distanza che vale il secondo acuto stagionale dell’attaccante biancorosso. Al 38′ arriva uno squillo di Antenucci che tenta il tiro a rete da poszione defilata. Soluzione di pochissimo al lato. E’ la prova generale del gol firmato al 41′: sinistro all’incrocio dai sedici metri, imprendibile per Tomei. Quarto centro in campionato per Antenucci.
Padalino corre ai ripari e dall’inizio della ripresa inserisce Vallocchia e Fantacci per Orlando e Bubas. Ma è di nuovo il Bari a sfiorare la marcatura (6′): servizio di D’Orazio e incornata di Montalto che trova l’opposizione di Tomei, in volo a deviare in corner. Stessi protagonisti dopo due minuti con Montalto in rovesciata acrobatica infranta sul muro del portiere campano. Le “vespe” rispondono al 18′ con un gran tiro di Vallocchia deviato in angolo da Frattali. Campanello d’allarme che convince Auteri a cambiare un paio di interpreti affidandosi a D’Ursi e Lollo per Montalto e Maita. Forzato, invece, il cambio di Citro per Antenucci, quest’ultimo fermato al 24′ da una contusione alla caviglia. La pressione della Juve Stabia cresce a dismisura e il Bari soffre e subisce. Il tecnico barese esaurisce gli slot dei cambi gettando nella mischia anche De Risio e Semenzato per Marras e D’Orazio. Padalino risponde giocando la carta Bentivenga.

Cambiano gli uomini, ma non il risultato. Per il Bari una prova discreta, utile soprattutto a riprendere la corsa verso la vetta della graduatoria.

Rispondi