post

CANOTTAGGIO / CUS BARI, NUMERI DA PRIMATO

Numeri di primo piano per il Cus Bari. A svelarlo è la classifica del Trofeo D’Aloja pubblicata nelle scorse ore dalla Federazione Italiana Canottaggio: per il Cus, nono posto generale su 230 società,  primato tra le squadre pugliesi e secondo posto nel meridione. Un salto in avanti di 57 posizioni rispetto alla precedente edizione.

Il riconoscimento tiene in conto le competizioni delle categorie giovanili, dagli 11 ai 14 anni, sommando i punteggi di tutte le gare svolte nel 2020. Per gli “universitari” baresi hanno gareggiato i Cadetti Eva Gatto, Carlo Cucci e Daniele Loconsole. Filippo Prezioso, Davide Annacontini,  AJ Liantonio, Nicola Rotondo e Bruno De Santis tra gli Allievi C. Quindi Miriam Loconsole, Roberta D’Alessandro, Gloria Licciardi, Francesco Cioffi, Andrea Licciardi e Matteo Chimenti per gli Allievi B. Allievi A, infine, Alessia D’Alessandro, Andrea Annacontini, Brian Liantonio e Nicola Loseto. A seguire gli atleti, i tecnici Alberto Boccuto, Saverio Binetti, Carlo Vedana e Angelo Natuzzi.

“A guardare la classifica – ha affermato Boccuto – possiamo essere davvero soddisfatti. Siamo arrivati noni in Italia, dietro importanti società. Quasi tutte del centro nord. Tra l’altro, parlando di aree geografiche, siamo secondi tra le società del sud Italia, dopo la quarta CC Peloro di Messina e primi in Puglia”.

Il 2020 è stato un anno segnato negativamente dal Covid-19 e dal lockdown per contrastare la diffusione del virus Sars-Cov-2. Le competizioni sono state poche, quattro in tutto, ed i ragazzi delle categorie giovanili non hanno potuto allenarsi assiduamente in acqua. Alcuni degli atleti in questione, i più grandi, dotati di remo-ergometro dal Centro Universitario Sportivo barese, si sono allenati da casa, seguiti costantemente dagli allenatori sulle piattaforme di videoconferenza. Tutti, invece, sempre monitorati, hanno eseguito allenamenti di ginnastica: “Se consideriamo che la preparazione in acqua è stata davvero minima – continua il tecnico cussino – per noi questo piazzamento è un ottimo risultato. I più piccoli, ovvero gli Allievi A, categoria iniziale per gli atleti di dieci anni, oltre a non aver potuto utilizzare neppure con i vogatori, hanno disputato una sola gara in questa stagione segnata dalle restrizioni”.

Per il nono posto di questo anno, rispetto al sessantaseiesimo del 2019, è stato decisivo il buon risultato nel “Meeting Nazionale Giovanile” del Centro–Sud, andato in scena a fine settembre e nel quale i ragazzi del Cus Bari sono arrivati primi a pari merito con la squadra della Guardia di Finanza e la Tevere Remo.

fonte Gdm

foto Cus Bari

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.