post

TROFEO COSTA RIPAGNOLA / A GIUGNO, LO SPORT BARESE IN FESTA

Sarà un giugno caldo – sportivamente parlando – quello che aspetta gli amanti di tutte le discipline dell’area metropolitana di Bari. Al centro del Primo Trofeo Costa Ripagnola le città di Bari, Adelfia, Polignano e Roma. Questo il circuito geografico della manifestazione sportiva per categorie juniores, dai 13 ai 17 anni, che abbraccerà sette discipline sportive: calcio, judo, tennis, pallavolo, pallacanestro, canottaggio e atletica. Appuntamento promosso dal Comitato dipartimento sport di Bari e l’APS L’albero verde della vita.

Venerdì prossimo, 30 aprile (Palaflorio di Bari), ad illustrare il calendario degli appuntamenti e a presentare la manifestazione, ci saranno il sindaco di Bari Antonio Decaro, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, l’assessore allo sport del Comune di Bari Pietro Petruzzelli. Attesi anche il presidente regionale del Coni, Angelo Giliberto, i presidenti regionali di tutte le federazioni coinvolte, tutti i presidenti delle società sportive e i rappresentanti dei comuni partecipanti a questa grande festa dello sport.

Sarà una grande festa regionale dello sport – ha affermato Roberto Maizza delegato allo Sport per la Città Metropolitana – che si concluderà a Roma. Nella Capitale infatti si disputeranno le finali, si terranno incontri con importanti personaggi dello sport nazionale e istituzioni e la possibilità per i giovani atleti di confrontarsi con sportivi professionisti e medagliati”.

Ideata per far ripartire lo sport dopo il periodo del covid, con la speranza di aprirlo anche al pubblico, questo trofeo è patrocinato da CONI, dalla società Sport e Salute, FIDAL, FIJLKAM, FIC, dall’ente Opes Italia, Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Assessorato allo Sport Comune Bari, Università degli Studi di Bari e FIT Puglia.

L’evento vede inoltre le collaborazioni di numerose associazioni, società sportive e federazioni. Per il calcio dovrebbero intervenire, salvo modifiche dei regolamenti, varie società professionistiche, con i loro settori giovani; per il canottaggio ci sarà la presenza del Circolo Canottieri Barion di Bari che presterà la sua location come sede delle attività della categoria, visibili così dal lungomare della città.

Oltre a una parte agonistica, il trofeo proprio perché si pone come una grande festa per la ripartenza dello sport, coinvolgerà anche il settore amatoriale, aperto a tutti. Per questo è stata richiesta la partecipazione di tutti i 41 comuni dell’Area Metropolitana di Bari. In quelli che aderiranno, il 6 giugno si svolgeranno dei mini tornei per ogni disciplina. I primi classificati parteciperanno, successivamente, a una super finale a Bari. Anche nel capoluogo della Puglia si svolgerà questo torneo amatoriale, coinvolgendo i Municipi.

Con questo torneo vogliamo puntiamo a due obiettivi. Il primo è avvicinare i ragazzi allo sport, facendoli cimentare con varie discipline e portandoli a conoscenza delle associazioni e delle società sportive che parteciperanno. Il secondo è dare una spinta concreta alla ripartenza dello sport, sperando che a settembre, dopo l’estate si possa tornare a praticarlo in condizioni di normalità. Ancora, il turismo e il settore ricettivo”.

Rispondi