post

DE LAURENTIIS AL LAVORO: NAPOLI SCEGLIE SPALLETTI E ATTENDE UN DS. POI TOCCHERA’ AL BARI?

Checché ne dicano Aurelio e Luigi De Laurentiis, rispettivamente punti di riferimento di Ssc Napoli e Ssc Bari ed entrambi rappresentanti delle Filmauro comune proprietà delle due società, le trame di mercato tra partenopei e pugliesi sembrano legate a doppio filo.

Il silenzio della proprietà a quasi sei giorni dall’uscita di scena del Bari dalla lotta playoff di C fa il paio con l’attivismo sul fronte mercato sotto il Vesuvio. Il primo pensiero pare essere infatti quello di sistemare la situazione nel capoluogo campano. E, poi, a ruota prendere decisioni anche sul futuro del club biancorosso. Nel frattempo, poco più di 24 ore fa, la famiglia De Laurentiis ha messo sotto contratto il nuovo allenatore Luciano Spalletti: un accordo prevede un ingaggio da 2,8 milioni di euro netti a stagione. Operazione che rilancia le ambizioni del club azzurro dopo la beffa consumatasi nell’ultima giornata di serie A al Diego Armando Maradona contro il Verona e la mancata qualificazione Champions. Scelto il successore di Gattuso, Aurelio De Laurentiis dovrà adesso risolvere la questione relativa al direttore sportivo. Dove non è scontata la conferma dell’ex Carpi Giuntoli con il quale vige un rapporto di tensione.

Le energie dei proprietari di Napoli e Bari sono tutte catalizzate a costruire il nuovo Napoli di Spalletti. Lo dimostrano il prossimo arrivo di Mattia Zaccagni, di Matias Vecino e del barese Gaetano Castrovilli. Dal Feyenoord potrebbe arrivare il centrale argentino classe 1997 Marcos Senesi, operazione da 11/12 milioni di euro. In uscita Kalidou Koulibaly in caso di offerta da 60 milioni di euro.

Molto probabile che, una volta definite le questioni napoletane, si sbloccheranno anche le operazioni in casa Bari. Speriamo in tempi ragionevoli per costruire in Puglia una squadra ed una struttura generale all’altezza del blasone della piazza.

fonte notizia calciomercato.com

foto CalcioNapoli24

Rispondi