post

BARI, POKER AL CATANIA: DALL’AUTOGOL DI CIOFANI ALLA RIMONTA. A SEGNO DI CESARE, MONTALTO E CITRO

Bari-Catania 4-1

BARI (3-4-3): Frattali, Celiento, Minelli, Di Cesare; Ciofani, Maita, Lollo, D’Orazio (23′ st Semenzato); Marras (23′ st Citro), Antenucci (36′ st Hamlili), D’Ursi (1′ st Montalto) (23′ st Candellone). A disp.: Liso, Marfella, Perrotta, Corsinelli. All. Auteri.

CATANIA (3-4-3): Martinez, Dos Santos, Silvestri, Tonucci (6′ st Albertini), Emmausso (26′ st Pecorino), Gatto (26′ st Welbeck), Maldonado. Rosalia (35′ st Piovanello), Izco (26′ st Biondi), Calapai, Pinto. A disp. Della Valle, Confente, Vicente, Manneh, Pellegrini, Zanchi. All. Raffaele.

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona.

RETI: 10′ pt Ciofani (aut.); 40′ pt Di Cesare; 5′ st Dos Santos (aut.); 18′ st Montalto; 38′ st Citro.

NOTE: 2′ rec. pt; 4′ rec. st.
BARI – Poker servito e Catania ko. Prima vittoria al San Nicola in campionato per il Bari di Auteri che si aggiudica il posticipo della settima giornata sugli etnei di Raffaele. Tre punti che valgono il quarto successo stagionale ed il secondo posto in classifica, a quota 14 insieme al Teramo e a meno uno dalla momentanea capolista Ternana (ha una gara in più).

Squadre con schieramenti a specchio. Entrambe con la difesa a tre. Celiento, Di Cesare e la novità Minelli al posto dello squalificato Sabbione, nel Bari. Silvestri, Clayton e Tonucci, per gli etnei. E altrettanti attaccanti. Gatto, Emmausso e Maldonado nei siciliani. D’Ursi, Antenucci ed il rientrante Marras per i pugliesi.
Gioco spezzettato nei primi frangenti, con un Catania piuttosto spregiudicato. Una distrazione difensiva del Bari consente alla squadra di Raffaele di passare: autorete di Ciofani al 10′, una papera colossale che costa lo svantaggio dei biancorossi ed una gara subito in salita. Bari che pecca di manovra lenta e macchinosa, oltre a tanti errori nei fraseggi.
La gara stenta a decollare sul piano della brillantezza. Sino ad una ghiotta occasione al 23′, con un inserimento aereo di Lollo che impatta su Calapai ma trova il colpo parato da un Martinez prodigioso. Il Catania replica e sfiora il raddoppio al 26′ con una torsione di Emmanusso finalizzata di poco al lato. Partita che il Bari riaddrizza al 40′ da un’iniziativa individuale di Di Cesare: il capitano si beve tre avversari e azzecca un destro a giro che batte il portiere e pareggia i conti prima di andare al riposo.

La ripresa del Bari si inaugura con l’inserimento di Montalto al posto di D’Ursi. Cambia l’atteggiamento e dopo appena 5′, da un inserimento di Antenucci ed un traversone di Marras nasce il 2-1 firmato dal secondo autogol di serata (nella stessa porta e nello stesso punto del precedente di Ciofani) del catanese – nonché ex Bari – Dos Santos. Il Catania è stanco. E il Bari è un’altra squadra. Al 18′ Montalto segna il 3-1 di serata ed il suo primo gol in biancorosso rifinendo solo soletto un cross di Antenucci propiziato da una ripartenza di Marras. Neanche il tempo di gioire e Montalto è costretto ad uscire al 23′ per una contrattura muscolare. Lo rileva Candellone, mentre Auteri sostituisce nello stesso momento anche Marras e D’Orazio per Citro e Semenzato. Auteri dispone ancora di un cambio e a dieci minuti dal termine getta nella mischia anche il redivivo Hamlili al posto di Antenucci. Cambio porta fortuna perché dopo un minuto Citro si procura un rigore (fallo di Calapai) che trasforma al 38′ in doppia battuta su iniziale respinta di Martinez.

foto Ssc Bari

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.