post

BATTUTA LA PAGANESE / IL BARI RIASSAPORA IL GUSTO DELLA VITTORIA. BIANCOROSSI FUORI DAL TUNNEL?

Bari-Paganese 2-0

BARI (4-2-3-1): Frattali, Semenzato, Minelli, Di Cesare (C), Perrotta, Bianco, De Risio, Marras, Mercurio (19′ st Cianci), Rolando (1′ st D’Ursi), Antenucci (19′ st Lollo). A disp.: Marfella, Fiory, Dargenio, Candellone, Pinto, Ferrante, Colaci, Manè. All. M.Carrera

PAGANESE (3-5-2): Baiocco, Schiavino (22′ st Cigagna), Sbampato, Sirignano (8′ st Mattia), Carotenuto, Onescu, Bramati (22′ st Gaeta), Zanini, Squillace, Raffini (31′ st Mendicino), Guadagni (31′ st Diop). A disp.: Bovenzi, Fasan, Bonavolontà, Di Palma, Curci, Antezza, Volpicelli. All. R. Di Napoli

ARBITRO: Caldera di Como.

MARCATORI: 20′ pt Bianco; 14′ st D’Ursi.

NOTE: 1′ rec. pt; 5′ rec. st.

BARI – Dopo quattro giornate di digiuno, il Bari torna ad assaporare il gusto della vittoria battendo 2-0 la Paganese e ritornando – almeno per questa sera –  al terzo posto in classifica. Bari a più due sul Catanzaro che domani giocherà a Torre del Greco. Difficile stabilire se i biancorossi siano usciti dal tunnel in cui si sono cacciati da un mese a questa parte. Di buono ci sono almeno i tre punti che – al di là della prestazione tutto sommato accettabile – interrompono la catena di risultati negativi immettendo un pizzico di fiducia in vista degli ultimi cninque appuntamenti di regular season.

Carrera lancia subito nella mischia il baby Mercurio. Giovanissimo che premia la scelta del mister andando al tiro due volte in mezzora (sul portiere in angolo lanciato da Antenucci e con un rasoterra parato a terra da Baiocco). Nel mezzo, al 20′, il gol di Bianco: sinistro di potenza che batte il portiere campano dopo un’azione a lungo ricamata. Il vantaggio del Bari galvanizza la Paganese che sfiora il pareggio (34′) con Raffini, la cui conclusione grazia Frattali finendo clamorosamente al lato del portiere. Si va al riposo col Bari avanti di un gol.

La ripresa inizia col cambio Rolando-D’Ursi. Mentre al 6′, Antenucci ci prova con una soluzione forte ma fuori misura. E’ l’antipasto del raddoppio che al 14′ porta la firma di D’Ursi (settimo gol stagionale), in facile chiusura su assist dalla sinistra di De Risio. Ma il Bari non può stare tranquillo perché poco dopo Marras la combina grossa e mette Raffini nelle condizioni di accorciare il disavanzo. Per fortuna dei pugliesi, il radente del campano termina di pochissimo al lato della porta difesa da Frattali. Carrera allora si cautela inserendo Lollo per Antenucci e Cianci per Mercurio. Ma la palla del 3-0 ricapita sui piedi di D’Ursi, la cui parabola incontra la deviazione in volo di Baiocco. La Paganese prova a rientrare in partita (39′) quando Mattia offre un pallone d’oro all’accorrente Mendicino che colpisce un palo pieno a Frattali battuto.

Finisce qui, col Bari finalmente vittorioso al San Nicola. Pe capire se si tratta di guarigione bisognerà attendere conferme dal prossimo test in casa Vibonese. Dove, nota stonata partorita oggi, mancherà Cianci per squaifica.

Rispondi