post

BARI, RIECCO ANTENUCCI: VIBONESE BATTUTA DI RIGORE. ORA L’AVELLINO E’ PIU’ VICINO

Vibonese-Bari 0-1

VIBONESE (3-5-2): Marson, Mahrous (25′ st Tumbarello), Sciacca, Spina (31′ st La Ragione), Ciotti, Statella (c), Parigi, Laaribi (21′ st Pugliese), Bachini, Cattaneo, Vergara. A disp.: Mengoni, Murati, Berardi, Falla, Di Santo, Mancino, Fomov, Schirone. All. G. Roselli.

BARI (4-3-3): Frattali, Semenzato, Minelli, Di Cesare (c), Perrotta, Maita, Bianco, Lollo, Marras (48′ st Manè), Antenucci, D’Ursi (34′ st Rolando). A disp.: Marfella, Fiory, Ciofani, Dargenio, Candellone, Pinto, Ferrante, Colaci, Mercurio. All. M. Carrera.

ARBITRO: Ricci di Firenze.

MARCATORI: 33′ pt (rig.) Antenucci.

NOTE: 1′ rec. pt; 3′ rec. st.

VIBO VALENTIA – Ancora un segnale di ripresa per il Bari che al “Luigi Razza” di Vibo Valentia batte di misura la Vibonese sfruttando un penalty del redivivo Antenucci intorno alla mezzora del primo tempo. Vittoria numero 17 in campionato che fa il paio con il successo di sette giorni fa sulla Paganese. Ora a quota 59, il Bari avvicina a meno 4 l’Avellino (scoppola in casa della neopromossa Ternana) prossimo avversario al Partenio per il match con in palio il secondo posto del girone C.

Buona la partenza dei biancorossi. Ma è la Vibonese a recriminare al 9′ per una trattenuta e quindi un fallo da rigore subito da Sciacca sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Lo stesso Sciacca provoca una punizione a favore del Bari per un fallo su D’Ursi. Nell’occasione (13′), soluzione pericolosa di Antenucci con pallone di poco alto sulla traversa. Al 26, Spina, in dialogo con Parigi, fa vedere i brividi a Frattali. La difesa biancorossa si salva in corner. Angolo successivo con la retroguardia pugliese ancora traballante. Al 33′, un fallo di mano di Laaribi in piena area (ci sarebbe anche un fallo su Perrotta) determina il rigore che Antenucci trasforma portando in vantaggio il Bari e riscattando l’errore dal dischetto commesso proprio contro i calabresi nel match di andata. L’attaccante torna a segnare dopo due mesi di digiuno portandosi a quota tredici nella classifica dei marcatori (non segnava dalla trasferta di Teramo). Per la cronaca, la prima frazione si conclude con un sinistro di Cattaneo (41′) intercettato da Frattali ed un sinistro a giro del solito Antenucci finito di un nonnulla sull’esterno della rete di casa (43′).

Dopo il vantaggio, il Bari passa alla difesa a quattro, così come riparte nel secondo tempo. Alla mezzora, primo sussulto della ripresa: un destro di D’Ursi è respinto in angolo dal portiere Marson. Il Bari tiene nonostante qualche errore di controllo (vedi Lollo al 33′). Nel frattempo, Carrera inserisce Rolando per D’Ursi senza modificare l’assetto tattico della squadra. Quindi, al 40′, Bari vicino al raddoppio su una combinazione Marras-Antenucci respinta ancora una volta in angolo dal portiere di casa. Nel finale, c’è tempo per l’esordio in prima squadra del 2003 Manè al posto di Marras. Tre punti per la boccata d’ossigeno in vista del match point per la seconda poltrona in graduatoria da contendere sabato prossimo direttamente sul campo dell’Avellino.

Rispondi