post

BARI, VALERIO DI CESARE: LA SCELTA CORAGGIOSA DI POLITO

Dopo la conferma di Antenucci, quella di Valerio Di Cesare rimarrà senz’altro la scelta più coraggiosa del nuovo direttore sportivo biancorosso Ciro Polito. Antenucci perché – al di là delle indubitabili doti tecniche – incarna l’emblema dell’inesorabile declino dello scorso campionato essendosi di fatto eclissato da febbraio in poi diventando il fantasma di se stesso. Di Cesare perché capitano di una barca andata alla deriva dimostrando falle in tanti punti di angolazione: tattici, tecnici, caratteriali, motivazionali e chi più ne ha ne metta.
Riconsegnare le chiavi del Bari 2021/22 ad Antenucci e Di Cesare, dei quali e dai quali si spera Polito abbia testato e ricevuto rassicurazioni sulle personali intenzioni, costituisce un rischio che il ds barese ha voluto correre. E che, ovviamente, rispettiamo. Restano tuttavia il coraggio e il rischio. Soprattutto, alla luce dell’inevitabile spaccatura da parte di una maggioranza della tifoseria nei confronti di quelli che – l’anno scorso – avrebbero dovuto essere (e non sono mai stati) i leader di un gruppo fallimentare. Non è un mistero che, nella lunga militanza del difensore romano in biancorosso, ci si ritrovi oggi ai minimi storici in fatto di gradimento.
Feeling che si potrà ricomporre solo a suon di prestazioni convincenti e azioni concrete. I fatti e il campo diranno la verità. Per il momento, la parola transiterà dalla sala stampa del San Nicola dove oggi – alle 14 – Valerio Di Cesare interverrà in conferenza stampa.

foto Ssc Bari

Rispondi