post

DELUSIONE D’ORAZIO: COMMESSE TANTE INGENUITA’. LA GUERRA E’ ANCORA APERTA

Tommaso D’Orazio è il primo dei biancorossi a mettere la faccia dopo la figuraccia rimediata dai biancorossi al cospetto della capolista Ternana. L’ex cosentino prova a ricomporre i cocci di una partita nata male e finita peggio.

A testa bassa, l’ex difensore del Cosenza prova a giustificare la sconfitta del Bari: “L’avevamo preparata in settimana per tenere bassa la Ternana – la sua spiegazione – ma nel primo tempo abbiamo sofferto, subendo gol su una ingenuità. Stiamo stati bravi a riprenderla prima di andare al riposo e, con un pizzico di fortuna, avremmo potuto anche ribaltarla. Però, all’inizio del secondo tempo abbiamo commesso un’altra ingenuità e dopo l’espulsione di Perrotta la partita si è messa contro”.

La Ternana – aggiunge sconfortato D’Orazio – ha dimostrato qualcosa in più a livello di gioco. Ora ci aspetta tanto lavoro da fare. Dobbiamo già pensare alla Casertana. Il mio primo pensiero va sempre rivolto alla squadra. Dispiace non aver portato il risultato a casa. Ci è mancato qualcosa, analizzeremo bene questa partita. Credo che attraverso il lavoro raggiungeremo chi ora sta meglio di noi. Noi comunque siamo il Bari e se vogliamo stare in alto, occorre dare il massimo, sentirci tutti titolari e diventare gruppo. A Potenza lo abbiamo dimostrato. Sono fiducioso, diventeremo una corazzata importante. Siamo ancora all’inizio e anche se a meno sette dalla Ternana, il campionato è ancora aperto. Loro hanno vinto la prima battaglia, ma la guerra è ancora aperta. Venderemo cara la pelle sino alla fine”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.