post

MERCATO BARI / TUTTI GLI AGGIORNAMENTI A POCHE ORE DAL VIA

Il mercato invernale 2021 inizierà tra poche ore. La data cerchiata di rosso è il 4 gennaio, primo giorno in cui le squadre potranno ufficializzare i vari acquisti. Occhio anche ai giocatori col contratto in scadenza, che possono già accordarsi con altre squadre in vista dell’esaurimento del rapporto con la loro squadra attuale. Operazioni che si concluderanno ento le ore 20 del prossimo 1 febbraio.

Capitolo Bari. La domenica è trascorsa in maniera più o meno interlocutoria. Nella sintesi di giornata, in ballo sempre il reparto offensivo. La trama dei giochi chiama in causa un poker di calciatori: i biancorossi Montalto e Simeri – oggetti del desiderio di alcune formazioni di B – . Quindi la punta della Turris, Pandolfi, ed il capocannoniere del girone C di C, Pietro Cianci (barese doc in forza al Potenza). Sull’ex Cremonese, finito nelle ultime ore nel mirino del Pescara, è arrivato il veto del ds barese Romairone per il quale la punta trapanese non è da considerarsi in uscita. Come anticipato ieri, il destino di Simeri sarà discusso a partire da domani. Le parti si incontraranno e valuteranno eventuali proposte che, al momento, pare non esserci. A meno che non si concretizzi l’offerta del Cosenza col quale il Bari potrebbe intavolare un discorso per il gallipolino Mirko Carretta particolarmente gradito ad Auteri.

Nella corsa a due tra Juventus e Napoli per accaparrarsi Pandolfi si inserirebbe il Bari che – in casa di fumata bianca della punta corallina sotto il Vesuvio – potrebbe essere destinato in Puglia con la formula del prestito. Molto chiacchierata anche la posizione del potentino Cianci. In questo caso il contraddittorio è tra Romairone ed il procuratore del giocatore Giovanni Tateo. Posto l’alto gradimento del bomber barese di giocare con la maglia della sua città, alla chiusura del ds biancorosso ha replicato Tateo (“Ci sono stati dei contatti col Bari e ho spiegato che il giocatore è del Teramo e il Sassuolo ha il diritto di recompra“) .

Un altro barese potrebbe fare al caso di Auteri. Il duttile centrocampista Giovanni Di Noia è stato accostato al Bari nei giorni scorsi. Anche in questo caso, l’ex biancorosso sarebbe felicissimo di rientrare alla base (al momento è ai margini del Chievo) e alla corte del tecnico che lo ha valorizzato a Matera. Restano da comprendere le condizioni fisiche e la consistenza economica dell’operazione, con i veneti aperti solo ad un discorso definitivo. Diverse fonti sembrano possibiliste sul buon esito dell’affare. Le stesse che invece chiudono le porte agli arrivi di altri due ex come Galano e Chiosa. Quest’ultimo accende i riflettori sulla necessità di recuperare un profilo necessario a rimpolpare il fronte arretrato, soprattutto al centro della difesa.

Le certezze rguardano la volontà della società di assestare almeno un poker di colpi per consegnare ad Auteri un parco giocatori utile a tentare la scalata alla promozione diretta. Per ragioni numeriche, occorrerà necessariamente sfoltire la rosa con quegli elementi poco utilizzati o ritenuti meno funzionali alla causa. Tra questi i vari Hamlili, Corsinelli, Esposito, Andreoni, Candellone, Marfetta e Perrotta.

Rispondi