post

LO ZAMPINO DI BELLOMO NEL 6-2 AL BRESCIA: LE EMOZIONI SONO ASSAI

di Pierpaolo Paterno

Nicola Bellomo è un ragazzo felice. Un gol atteso, agognato e voluto da tempo. Cioè dal lontano 16 maggio 2015, con la maglia biancorossa sulle pelle e – guarda caso – contro il Brescia. La storia si è ripetuta oggi, col centrocampista a segno nella raffica rifilata ai lombardi: “Sono emozioni che valgono tanto – dice in conferenza stampa – . Aspettavo questo momento da tanto tempo. Ero già contentissimo di essere arrivato e mano a mano che giocavo, non vedevo l’ora di sbloccarmi”. Un gol e un assist nel 6-2 odierno. Ripagata la fiducia di Mignani: “Lo ringrazio per questo. C’è un gruppo affiatato che ti mette a tuo agio”.

“Le emozioni sono assai… – dice in dialetto barese – quando è arrivata la palla, ho chiuso gli occhi e ho segnato senza pensarci. Dopo la sosta, l’abbiamo preparata bene. Sapevamo della forza del Brescia. Non ci esaltiamo per il 6-2. Ci saranno delle difficoltà. Ci godiamo questa vittoria e manteniamo gli equilibri”. Sul gol annullato al Brescia c’è il suo zampino: “Ho avvisato l’arbitro che Benali era in fuorigioco. Ma io parlo tanto all’arbitro durante la partita”.

La classifica dice che il Bari è primo: “L’ho vista e di solito vedo anche quella della Reggina. E ho detto c…, scusate il termine, siamo primi. La B però ti insegna che finché non arrivi alla salvezza, non puoi pensare ad altro”.

foto Barinrete

Rispondi